Rubrica — Spettacolo

Masterclass Corso d'Opera a Villa Favard

Firenze, 24 agosto – 13 settembre 2020 in collaborazione con il Conservatorio Cherubini


Firenze, 4 agosto 2020 – Si terrà nella splendida cornice ottocentesca di Villa Favard, alle porte di Firenze, l’ottava edizione della Masterclass Corso d’Opera, divenuta punto di riferimento per l’alta formazione dei giovani cantanti lirici, che si terrà dal 24 agosto al 13 settembre. Un luogo dal fascino senza tempo, palcoscenico ideale per un’eccellenza riconosciuta nel panorama nazionale e internazionale dell’alto perfezionamento lirico.


Nata nel 2012 su ispirazione del Maestro Bruno Bartoletti e promossa dall’Associazione Corso d’Opera APS, con il prezioso sostegno di Fondazione CR Firenze e SIAE–MiBACT, nell’ambito del progetto “PerChiCrea”, la masterclass Corso d’Opera ha felicemente intrecciato diverse collaborazioni con realtà d’eccellenza toscane. Da quella con l’ORT Orchestra della Toscana, con la quale ha realizzato i concerti di capodanno del 2019, alla sinergia con un’altra storica istituzione toscana, il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, il quale già nel 2018 ha iniziato a collaborare con Corso d'Opera e che quest'anno ne ha abbracciato intenti e finalità, mettendo a disposizione Villa Favard, gioiello della seconda metà dell’Ottocento, che del Conservatorio è una delle sedi più suntuose.

«Siamo lieti di ospitare in città i giovani allievi della masterclass di canto lirico – sottolinea l’Assessore alla Cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi. – In un’estate purtroppo ridotta a causa delle dolorose economie dovute agli effetti della pandemia, siamo al fianco degli operatori che non cessano di credere e di partecipare alle proposte della città. Ringrazio in particolare Corso d’Opera per il costante impegno in attività culturali ed educative nei confronti dei ragazzi».

«Il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze – dichiara Paolo Zampini, Direttore del Conservatorio Cherubini – si fa partecipe delle enormi incertezze in cui versano in questo momento le istituzioni che si occupano, ai più alti livelli, della Formazione Artistico Musicale, ed è quindi lieto di poter ospitare, seppur con le limitazioni imposte dall’attuale emergenza Sanitaria, l’edizione 2020 di Corso d’Opera».

Un’edizione che vedrà la partecipazione di 10 studenti e due uditori, provenienti da tutto il mondo, selezionati nel corso dei mesi passati, che potranno – supportati anche economicamente con l’accesso totalmente gratuito ai corsi, a cui si aggiungono viaggio, vitto e alloggi – perfezionare le proprie qualità personali e professionali lungo un percorso di studi versatile e multi-disciplinare che va oltre la pur imprescindibile e necessaria formazione tecnico-musicale, offrendo un’occasione di crescita anche dal punto di vista dell’approccio mentale ed emotivo per ottenere una piena consapevolezza e padronanza di un ruolo professionale estremamente complesso come quello del cantante d’opera.

Le attività prenderanno il via lunedì 24 agosto e proseguiranno fino a domenica 13 settembre, quando verranno consegnati gli attestati di partecipazione. Tre settimane intese, in un susseguirsi di lezioni individuali e collettive, e di lezioni aperte agli ospiti dell’ambiente musicale e teatrale italiano ed internazionale, come è d’uso per le masterclass di Corso d’Opera, durante le quali il pubblicò potrà osservare i giovani cantanti ed i docenti durante le lezioni e le prove finali.

A cui si aggiungono 3 lezioni-conversazione. Con Raffaella Coletti, manager di artisti nonché Direttore di Corso d’Opera, che dialogherà con i partecipanti sull’importanza dello studio per impostare una carriera a lungo termine e sulla necessità di sviluppare le cosiddette competenze trasversali o soft skills. Quindi si parlerà invece di come gestire paura e rabbia, emozioni che possono compromettere la performance e la carriera, con Fabio Fassone, Formatore certificato CEB –Cultivating Emotional Balance, California University, e Alan Wallace, docente di Equilibrio emotivo presso UNIPI –Università di Pisa, altra preziosa sinergia con una realtà toscana. Infine, il Sovrintendente del Teatro alla Scala e Presidente Onorario di Corso d’Opera, Dominique Meyer, spiegherà come iniziare al meglio la carriera orientandosi fra concorsi e audizioni.

In programma anche 2 serate aperte al pubblico: venerdì 4 settembre, alle ore 21, con la straordinaria partecipazione di Michele Pertusi, e il concerto-spettacolo di chiusura dell’intera edizione 2020, sabato 12 settembre, sempre alle ore 21, che vedrà esibirsi gli studenti del Corso con la partecipazione straordinaria di Alessandro Corbelli e la regia e i costumi di Hugo De Ana. Luci di Valerio Alfieri.

Corso d’Opera riconosce con gratitudine il supporto di tutti i suoi sostenitori, in particolare la Fondazione CR Firenze, SIAE–MiBACT, nell’ambito del progetto “PerChiCrea”, e il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze.
Il programma completo è disponibile sul sito al seguente link: http://bit.ly/ProgrammaCorsodopera2020

Redazione Nove da Firenze