Lavoro in Toscana: dal coworking al voucher, tutti i servizi

All'interno degli Ordini, dei Collegi e delle Associazioni professionali operano in Toscana


La Regione mette a disposizione degli oltre 300 mila professionisti una serie di opportunità per sostenerne l'attività e favorirne o consolidarne l'inserimento nel mercato del lavoro. Una campagna di comunicazione per far conoscere la pagina speciale dedicata alle professioni è stata avviata in questi giorni sulla home page del sito di Regione Toscana.
Si tratta in particolare di contributi alle imprese per l'internazionalizzazione, l'efficientamento energetico, il coworking, il microcredito e prestito a tasso zero per investimenti in nuove tecnologie, prestiti a tasso zero, fondo di garanzia per giovani professionisti, voucher formativi per giovani professionisti, contributi per i tirocini di accesso alle professioni.

Lo speciale professioni guiderà tutti gli interessati alle novità normative e alle risorse messe in campo, con una guida aggiornata ai bandi e alle scadenze per accedervi.

La Regione Toscana, già nel 2004 con la legge regionale 50, si era dotata di uno strumento normativo per disciplinare i rapporti con le libere professioni intellettuali riconoscendone, prima in Italia, la rilevanza sociale, economica e occupazionale e il loro ruolo per la crescita della comunità regionale.

Dal 2008, con l'entrata in vigore della legge 73 (sostegno all'innovazione delle attività professionali intellettuali), è stata istituita la Commissione regionale delle professioni intellettuali, sede istituzionale di dialogo tra Regione e sistema delle professioni.

Un pacchetto per i giovani

Fra i risultati di questo confronto anche il lancio di un pacchetto per sostenere i Giovani professionisti nell'ambito del progetto Giovanisì(oggetto di una campagna mirata) con l'obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro, anche per i giovani che si trovano nella fase di pratica professionale o nei primi anni di attività.

La Commissione regionale

La commissione, presieduta dal presidente della giunta, elegge due vicepresidenti, in rappresentanza del mondo ordinistico e non ordinistico, contemperando in tal modo le due tipologie di professioni attraverso la sinergia delle attività. Fra i suoi compiti, anche quello di esprimere pareri in materia di interesse delle professioni sugli atti di programmazione, sulla normativa, sulla semplificazione amministrativa e sui processi di innovazione delle attività professionali.
I vicepresidenti della commissione, in rappresentanza del mondo professionale, siedono altresì nel Tavolo di Concertazione Generale della Regione Toscana, e nei Comitati di Sorveglianza dei POR FSE 2014-2020 e FESR 2014-2020.

La possibilità, per i professionisti, di accedere alle risorse messe a disposizione dai bandi europei di Fse e Fesr 2014-2020, equiparandoli così alle imprese, ha aperto nuove opportunità.

Gli strumenti

Ecco in sintesi i principali strumenti disponibili: fondo di garanzia per l'accesso al credito, bandi del Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020, bandi del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020.

Intanto Giovanisì diventa uno spot e punta al pubblico che affolla i numerosi festival che punteggiano l'estate toscana. Un nuovo accattivante video presenta le opportunità offerte dal progetto regionale per l'autonomia dei giovani. Parte in questi giorni l'iniziativa di promozione degli interventi rivolti ai giovani finanziati con il Fondo Sociale Europeo.

E' una campagna innovativa, sia per la scelta dei contesti (i festival, appunto), sia per il registro linguistico che utilizza, per intercettare la più vasta platea di destinatari degli interventi e, in particolare, alcuni target difficili da raggiungere con i canali istituzionali più tradizionali.
La promozione, partita in questi giorni, durerà fino a dicembre.

Nei mesi estivi si realizzerà in alcuni dei tanti Festival musicali che affollano di giovani centri storici, piazze, parchi, borghi e ville della nostra regione: dal Festival delle Colline (Poggio a Caiano) e quello delle Colline Etrusche (Cortona) al Festival Teatro delle Rocce (Gavorrano); e poi ancora Barga Jazz Festival, Metarock (Pisa e Marina di Massa).

Saranno un video ed una cartolina ad incoraggiare i giovani ad informarsi su tirocini, formazione professionale, voucher per l'alta formazione, borse di studio, servizio civile, apprendistato, opportunità per giovani professionisti, tutte opportunità che possono aiutare i giovani a conquistare indipendenza ed autonomia, scoprire o valorizzare il loro talento, costruire un progetto di vita professionale e personale, orientarsi ed avvicinarsi al mondo del lavoro, perfezionare gli studi, offrire una formazione adeguata per trovare il lavoro migliore e più qualificato.

Da ottobre a dicembre, veicolo della campagna di informazione diventerà Rockcontest (otto serate, dalle eliminatorie alla finale), il prestigioso talent scouting per band giovanili emergenti, che si svolgerà a Firenze. All'interno di Rockcontest è prevista, fra l'altro, una sezione speciale "Premio FSE", che verrà assegnato al brano musicale originale che meglio esprimerà le aspirazioni ed i desideri dei giovani. Il premio finanzierà un progetto artistico legato all'evoluzione musicale e professionale del solista o della band autrice del brano. 

Redazione Nove da Firenze