​Lavoro e Centri per l'impiego: Toscana denuncia assenza di fondi

La Toscana denuncia l'assenza di 30 milioni di euro destinato al personale a tempo indeterminato che lavora nei centri


 Preoccupazione per il personale dei Centri per l'impiego, passati dalle Province alle Regioni. A manifestarla è stata l'assessore all'istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco, coordinatrice della IX Commissione della Conferenza delle Regioni. L'assessore oggi a Roma, al termine della riunione delle Regioni sulla manovra, ha denunciato la mancanza, all'interno della legge di bilancio approdata in Senato, di 30 milioni di euro destinato al personale a tempo indeterminato che lavora nei centri.

"Nell'ultima bozza della legge di bilancio mancano circa 30 milioni di euro, necessari per portare a termine il passaggio alle Regioni del personale dei centri per l'impiego. Infatti nelle relazioni illustrativa e tecnica delle versioni precedenti il riparto delle risorse ammontava correttamente a 249,25 milioni, che ora si sono ridotti a 220 milioni".

"Si tratta di risorse fondamentali – ha proseguito la coordinatrice della commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni - frutto anche di una mediazione raggiunta nei precedenti confronti tecnici e politici fra le Regioni e il Governo. È una vera e propria priorità, condivisa anche dal ministro Giuliano Poletti".

"Ora ci auguriamo che nella interlocuzione di questi giorni fra le Regioni e il Governo – ha concluso - si trovi soluzione ad un tema importante per il futuro del personale a tempo indeterminato e a tempo determinato dei centri per l'impiego, ma soprattutto fondamentale per i servizi che queste strutture garantiscono sul territorio a cittadini e lavoratori".

Redazione Nove da Firenze