La Settimana del cervello dal 13 al 19 marzo

Programma di eventi in Toscana


Come cambia il nostro cervello con l’utilizzo di internet e degli smartphone? Quanto sono influenzate delle emozioni le nostre scelte economiche? E quali sono le implicazioni (anche etiche) legate all’avvento delle auto senza pilota? Queste alcune delle domande a cui cercheranno di dare risposta gli incontri della manifestazione mondiale in cui psicologi, neuroscienziati e altri professionisti del settore della salute sensibilizzano giovani, adulti e anziani sull'importanza della conoscenza del più complicato organo del nostro corpo: il cervello.

In Italia gli appuntamenti sono oltre quattrocento in più di centocinquanta città - Firenze, Pisa, Siena, Livorno, Pistoia, Empoli, San Casciano V.P. e Montelupo Fiorentino - per la prima volta sono tra queste: laboratori interattivi, screening, mostre, cineforum, dibattiti, tour guidati nei centri di ricerca e tanto altro. L’obiettivo è rendere accessibili ai cittadini i dati della ricerca neuroscientifica, per sensibilizzare al mantenimento di una buona salute cerebrale e all’assunzione di corrette abitudini quotidiane, indispensabili per prevenire malattie.

Il calendario è costantemente in evoluzione sul sito www.settimanadelcervello.it e sulla pagina Facebook “Settimana Mondiale del Cervello”.

La Settimana del Cervello è promossa da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica e partner ufficiale della Dana Foundation, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e di moltissime istituzioni pubbliche e private. In Europa la campagna è coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain e negli Stati Uniti dalla Dana Alliance for Brain Initiatives.

La Scuola IMT Alti Studi Lucca e la Fondazione Mario Tobino organizzano in occasione della Settimana del Cervello (Brain Awareness Week), in programma a Lucca e a Viareggio come in centinaia di città in tutto il mondo, dal 13 al 19 marzo. L’iniziativa si articola in una serie di dieci incontri scientifici divulgativi rivolti al grande pubblico che mirano a dimostrare come le ricerche sul cervello abbiano implicazioni che vanno ben oltre la scienza e la medicina e al contempo vogliono contribuire ad abbattere lo stigma che ancora oggi accompagna i disturbi del comportamento.

Redazione Nove da Firenze