"In ogni Comune della Toscana una via per il professor Paty"

Scaramelli, vicepresidente del Consiglio regionale: mozione per non dimenticare, per ricordare la libertà di chiunque


"Intitolare una via in ogni Comune della Toscana a Samuel Paty per non dimenticare, per testimoniare con coraggio la lotta all'estremismo, ricordarci di conservare la libertà, il rispetto dell'altro, i Lumi della ragione sul buio dell'intolleranza e del silenzio omertoso". A dirlo Stefano Scaramelli, vicepresidente del Consiglio regionale, che ha predisposto una mozione che impegna a intitolare in tutti i Comuni della Toscana una via al professore decapitato in Francia. "Un omicidio assurdo da cui emergono tratti, complicità e connivenze vergognose a partire - continua Scaramelli - dalla campagna di odio e falsità nei confronti del professore messa in atto nelle settimane precedenti l'assassinio. Intitolare le strade al professor Paty è un modo che abbiamo per non dimenticarlo, per ricordarci ogni giorno la sacralità della libertà di chiunque. Anche di un professore di fare il proprio mestiere, insegnare".

Redazione Nove da Firenze