Immacolata a Firenze, atei bacchettano il sindaco

Puntano il dito sugli impegni dell'Ufficio del Cerimoniale per l'8 dicembre


L’UAAR, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, è una associazione di promozione sociale iscritta nel registro nazionale e come scopi statutari ha la difesa dei diritti civili dei cittadini atei e agnostici, la laicità concreta, la promozione di concezioni del mondo prive di divinità e, in generale, del soprannaturale. 

I rappresentanti locali scrivono al sindaco: "Apprendiamo dal sito www.comune.fi.it che l'Ufficio del Cerimoniale del Comune di Firenze sarà prossimamente impegnato nelle seguenti manifestazioni: la "Celebrazione solenne della Santa Messa in omaggio alla festività dell'Immacolata Concezione" e il "Tradizionale omaggio alla Madonna in occasione della festività dell'Immacolata Concezione. Vorremmo sommessamente ricordare al Sindaco Nardella che la Pubblica Amministrazione di cui egli è a capo non rappresenta esclusivamente i cittadini di fede cattolica, ma tutti i cittadini, «senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali» (art. 3 della Costituzione).
Partecipare in veste pubblica ai riti di una confessione religiosa significa attentare al principio di laicità, e mancare di rispetto a tutti i cittadini non credenti o diversamente credenti che vivono sul territorio amministrato dal Sindaco Nardella. Ci auguriamo pertanto che si sia trattato dell'incresciosa svista di un solerte funzionario; e ci attendiamo che questi impegni vengano cancellati al più presto dall'agenda del Cerimoniale".

Redazione Nove da Firenze