​Fiere internazionali, in arrivo bando da 240mila euro

Per progetti di promozione di manifestazioni fieristiche di rilievo internazionale che si svolgono in Toscana


Approvati dalla giunta regionale i criteri di selezione dei progetti di promozione delle manifestazioni fieristiche di rilievo internazionale che si svolgono in Toscana e che saranno selezionati attraverso bando di prossima uscita che mette a disposizione 240mila euro.

"Un bando importante ed atteso – ha spiegato l'assessore alle attività produttive e al commercio Stefano Ciuoffo – poiché le attività di promozione economica rappresentano un importante strumento per incentivare e stimolare tutte le iniziative di internazionalizzazione, fondamentali per rafforzare la competitività delle imprese toscane".

I beneficiari del bando saranno le società fieristiche e le imprese che organizzano manifestazioni fieristiche, con sede operativa in Toscana, che svolgono attività di promozione dei settori produttivi del manifatturiero indicati all'interno del Piano di Promozione economica 2017. Le proposte dovranno riguardare manifestazioni fieristiche internazionali che si svolgono in Toscana, inserite nel calendario fieristico Nazionale 2017 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, ed avere come oggetto l'organizzazione di incoming di operatori esteri e/o di incontri B2B tra operatori esteri e toscani.

Riguardo ai criteri di selezione dei progetti, verrà attribuito un punteggio alla capacità tecnico-organizzativa del promotore (esperienza nell'organizzazione e in attività a supporto dell'internazionalizzazione di impresa, esperienza del personale assegnato al progetto) e alle caratteristiche del progetto (chiarezza della strategia di intervento con particolare attenzione a: rilevanza dell'intervento rispetto al contesto di riferimento, coerenza tra obiettivi, risultati attesi e attività, adeguatezza degli strumenti messi in campo, modalità con cui si intende assicurare il coinvolgimento degli operatori toscani ed esteri; economicità, congruità e coerenza dei costi con le azioni proposte e i risultati previsti; ricadute sull'intero sistema produttivo regionale, in base a numero atteso di imprese regionali coinvolte nelle varie fasi progettuali, anche in termini di partecipazione).

Punteggio massimo assegnabile sarà 100 punti ed i progetti che non raggiungeranno minimo 60 punti non saranno considerati ammissibili. Spese ammissibili: quelle per beni, servizi e consulenze esterne necessarie all'organizzazione di incoming di operatori esteri e/o di incontri d'affari, quali ricerca partner, agenda di incontri, seminari, workshop, convegni, eventi e altri costi collegati all'incoming di operatori esteri (inclusi i costi di viaggio, vitto e alloggio), secondo i criteri della massima economicità (viaggi solo in seconda classe / economy, costo di pernottamento in hotel massimo ammissibile € 150 al giorno); quelle di pubblicità, comunicazione, materiale informativo anche su media e social (pagine pubblicitarie, spot radiofonici,spot televisivi, strumenti pubblicitari multimediali): ideazione progettazione, editing, realizzazione e acquisto spazi e diffusione. Il contributo massimo non potrà superare il 50% del valo re delle spese ammissibili e comunque 80 mila euro in regime di de minimis.

Redazione Nove da Firenze