​Fibonacci Day: la Toscana intende valorizzare il matematico pisano

L’aula approva all’unanimità l’atto presentato dal gruppo del Movimento 5 Stelle e illustrao in aula da Irene Galletti


 Il 23 novembre di ogni anno si celebra il Fibonacci Day ed anche l’aula di palazzo del Pegaso farà la sua parte, grazie ad una mozione presentata dal gruppo Movimento 5 stelle. Come sottolineato da Irene Galletti, “Leonardo Fibonacci, nato a Pisa intorno al 1175, è stato uno dei più grandi matematici di tutti i tempi ed è giusto che venga conosciuto di più, a partire dalla sua famosa ‘sequenza di numeri’ e soprattutto per aver contribuito a diffondere la matematica nella cultura occidentale”.

Da qui, la richiesta all’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale e alla Giunta di contribuire a valorizzare adeguatamente la figura e l’operato di Fibonacci, prevedendo la realizzazione di manifestazioni, convegni, mostre e altre opportune iniziative.
Piena condivisione alla mozione è arrivata da Andrea Pieroni (Pd), che ha parlato di figura di primo piano nella nascente scienza moderna, ed ha invitato il presidente dell’Assemblea toscana a pensare ad un momento di riflessione anche in Consiglio.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche Claudio Borghi (Ln): “Difficile trovare un italiano che riesce ad essere così multidisciplinare”, la sequenza di Fibonacci non solo la ritroviamo nell’andamento dei corsi di borsa ma viene anche ripresa da molti artisti, ha affermato.
Addirittura anche nella musica di Mozart e in quella dei Genesis, ha ricordato Giacomo Giannarelli (M5S).
“Accolgo con favore l’invito del consigliere Pieroni – ha affermato il presidente Eugenio Giani – ci attiveremo per ricordare la figura di questo grande rivoluzionario e il 23 novembre potrebbe essere un appuntamento da non perdere”. “Ben vengano tutte le iniziative, anche quelle in Consiglio regionale – ha concluso Galletti – ma soprattutto a Pisa, nel luogo che ha dato i natali a questo grande”.

Redazione Nove da Firenze