Fertilità e capacità riproduttiva, check up gratuito a Firenze

Rivolto a ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni: ecco come prenotare


Una settimana di consulenze gratuite, dal 19 al 23 settembre, rivolta alle giovani donne e ai giovani uomini che desiderino concretamente sapere di più sulla loro fertilità potenziale. Le consulenze gratuite, solo individuali e si prenotano chiamando al numero verde 800 090 363 già attivo dal 12 e fino al 22 settembre dalle 10 alle 18.

La fertilità e la capacità riproduttiva sono finiti nella bufera del Fertility Day indetto dal Ministro Lorenzin. A far agitare soprattutto i Social è stata la Campagna Pubblicitaria lanciata attraverso immagini e slogan che non sono stati graditi e sono tornati al mittente "rivisti e corretti" dalla rete. Il Ministro Beatrice Lorenzin ha replicato difendendo l'iniziativa che non sarebbe stata "compresa" nel suo obiettivo principale ovvero creare curiosità sull'argomento ed informare la popolazione.

Davanti al progetto governativo si è mossa una realtà fiorentina all'avanguardia nel settore specialistico, il Centro Demetra di Firenze un centro privato convenzionato che opera nel campo della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA).

 Un aspetto della nostra salute che non consideriamo abbastanza? "Quasi un tabù in alcuni casi - risponde a Nove da Firenze la dottoressa Claudia Livi - non è vista come una priorità ma che potrebbe divenire molto importante nel nostro futuro. La Campagna ministeriale purtroppo non ha sortito l'effetto sperato, diciamo che noi l'abbiamo supportata inizialmente e poi siamo rimasti spiazzati come molti, ma intendiamo salvarne l'aspetto medico-informativo perché questo ci preme. I controlli sull'organismo ed in particolare sullo stato di salute di ovuli e spermatozoi a prescindere che vi sia una coppia o che la stessa abbia intenzione di avere figli, sono importantissimi".

Ci sono controindicazioni nella vita di tutti i giorni? "Ce ne sono tante. Per prevenire problemi basta conoscerle per tempo: faccio l'esempio dell'abuso di fumo, alcolici e l'uso di stupefacenti su tutti. Avere un corretto stile di vita, che pare banale da dire in un momento in cui tutti ne parlano, significa seguire delle regole che sono individuali e che ci garantiscono di mantenere operativo il nostro organismo: a partire da una buona alimentazione. Capitano a volte persone che si sottopongono ad una prima visita sui 40 anni solo perché si inizia ad avere il dubbio di non poter essere più "capaci".. spiace dover constatare che il corpo ha perso l'attività giovanile degli ovuli così come degli spermatozoi, ma questo è dovuto non solo ad una questione di età, dipende anche da quanto ci si è presi cura di se stessi".

Perché i ragazzi non si interessano del loro stato di salute relativo all'apparato riproduttivo? "Perché manca una cultura di base in tal senso - evidenzia la ginecologa del Centro Demetra - e purtroppo né la Scuola né il sistema sportivo si occupano dell'argomento. Questo fa si che i ragazzi si sottopongono ai controlli solo su indicazione dei genitori e molto spesso solo se sopraggiungono problemi, non intendendolo un controllo di routine".

In cosa consiste la visita? "Telefonando al Numero Verde 800 090 363 è possibile prende appuntamento per un check up gratuito presso il Centro che si trova in via Caccini, a firenze, accanto al Polo Ospedaliero di Careggi. La mattina i ragazzi effettuano il prelievo di sangue e compilano un questionario, mentre nel pomeriggio si sottopongono ad accertamenti specifici compreso uno studio del quadro nutrizionale".

Una iniziativa esclusivamente legata alla Giornata della Fertilità? "Stamani è stato il primo giorno ed abbiamo avuto 9 persone, un bilancio lo potremo fare a fine settimana. Credo però che potremmo organizzare una settimana dedicata alle visite gratuite ogni anno così da sensibilizzare anche quelle istituzioni come le scuole ad avvicinare i ragazzi verso una filosofia non solo teorica ma anche pratica".

Antonio Lenoci