ESPLODE PALAZZINA
IN VIA DI VILLAMAGNA
A BAGNO A RIPOLI

Alle 21:53 tre ambulanze hanno abbandonato a sirene spiegate il luogo dell'esplosione



MORTA UNA DONNA

ESTRATTE VIVE TRE PERSONE

I SOCCORSI ALL'OPERA TUTTA LA NOTTE

ATTIVATI POMPIERI E PROTEZIONE CIVILE


FIRENZE — In seguito all'esplosione di una palazzina in via di Villamagna, nel comune di Bagno a Ripoli, alle ore ore 20.33, per cause in fase di accertamento, si sono attivati i Vigili del Fuoco e la Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze per supporto alle attività di soccorso. Il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, su Twitter: "La #protezionecivile della Città Metropolitana è già sul luogo del crollo della casa a Bagno a Ripoli".

Il consigliere delegato alla Protezione civile Angelo Bassi ha raggiunggiunto il luogo dell'evento: "In particolare la Sala ha preallertato il posto medico avanzato e le proprie strutture operative, in raccordo con il Comune di Bagno a Ripoli, con il Centro intercomunale Arno Sud Est, con il 118, Regione e Prefettura. Abbiamo inviato un funzionario sul posto per i collegamenti".

Alle 21:53 sono state estratte dalle macerie tre persone, tra cui due bambini, e sono tutte vive. Poi, nella notte, accese le torri faro di Prociv Metrocittà e Arno Sud Est a supporto dell'attività dei Vigili del Fuoco, si è continuato a lavorare sulle macerie.

Poco prima delle 3:00 è stato individuato il corpo della madre e accertata la sua morte a causa dell'esplosione. Sono rimasti sul posto gli operatori del Centro intercomunale, mentre quelli della Prociv metropolitana hanno raggiunto la sede dell'Olmatello.

Redazione Nove da Firenze