Esami gratuiti della vista fino al 31 ottobre

​Un italiano su cinque non si è mai sottoposto a un controllo della vista


Fino al 31 ottobre gli ottici della provincia di Firenze aderenti alla campagna nazionale effettueranno gli esami gratuiti della vista. Il loro elenco è consultabile sul sito www.confcommercio.firenze.it.

Un italiano su cinque non si è mai sottoposto a un controllo della vista, più del 60% non fa un esame da oltre tre anni, una persona su quattro ha un difetto visivo non corretto. Eppure il 42% dei deficit visivi è rimediabile attraverso l’uso di lenti ed occhiali adeguati. 

Fino al 31 ottobre anche in provincia di Firenze sarà possibile effettuare il controllo gratuito della vista nei negozi di ottica aderenti a “Ottobre mese della vista”, la campagna annuale ideata da Federottica-Confcommercio in collaborazione con l’Albo degli Ottici Optometristi per promuovere la salute degli occhi, ancora troppo trascurata in Italia. L’elenco degli ottici aderenti, oltre cinquanta ubicati nel capoluogo e nei principali centri della provincia, è consultabile sul sito www.confcommercio.firenze.it.

“La campagna del “Mese della Vista unisce anche quest’anno migliaia di ottici optometristi in tutta Italia”, sottolinea il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “per 365 giorni l’anno i loro negozi - sospesi fra commercio, moda e salute - sono un presidio importante per informare i cittadini e sensibilizzarli a prendersi cura dei propri occhi; diventano una sorta di “cerniera” fra la gente, i medici e le strutture sanitarie che si occupano di benessere visivo. Ad ottobre, però, oltre a fare informazione, i nostri ottici si mettono gratuitamente al servizio di tutti per effettuare il controllo dell’efficienza visiva e per verificare se, ad esempio, le lenti e gli occhiali utilizzati sono ancora idonei”.

Secondo i dati di Federottica, un italiano su cinque non si è mai sottoposto a un controllo della vista, più del 60% non fa un esame da oltre tre anni, una persona su quattro ha un difetto visivo non corretto. In Italia sono raddoppiati i miopi rispetto a 40 anni fa: erano il 13%, oggi sono il 25% della popolazione, pari a 15 milioni di persone. Eppure – secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità – il 42% dei deficit visivi è rimediabile attraverso l’uso di adeguati mezzi di compensazione visiva, ovvero lenti ed occhiali.

“Sono numeri allarmanti, quelli che spingono Federottica a realizzare il “Mese della Vista”, spiega il presidente dell’associazione ottici della Confcommercio fiorentina Andrea Cappellini, “quest’anno la campagna sarà incentrata in particolare sulle nuove tecnologie e sull’uso smodato che ne facciamo. Per lavoro o per divertimento passiamo ore e ore davanti agli schermi di smartphone, monitor, orologi digitali, televisori, computer portatili, tablet e quant’altro, spesso anche in condizioni poco favorevoli per una corretta lettura. E i nostri occhi ne risentono. Pensare che per ridurre i pericoli per la vista basterebbero anche piccoli accorgimenti, come illuminare meglio gli ambienti o indossare le lenti protettive contro gli schermi a luce blu”.

Ma l’iniziativa è pensata anche per mettere in guardia dal “fai-da-te”: “con la moda dell’occhiale premontato che dilaga, molti non si accorgono di fare più male che bene alla propria vista".

Redazione Nove da Firenze