Empoli: Strada di Serravalle, c’è il progetto di fattibilità

Due rotatorie, pista ciclabile e marciapiedi


EMPOLI – Ecco il progetto di fattibilità tecnico economica per la realizzazione della strada di collegamento tra la Statale 67 ‘Tosco Romagnola’ e la zona di Serravalle.

Questo pomeriggio, mercoledì 30 settembre, la giunta comunale ha approvato il documento.

In pieno lockdown, era fine marzo, l’amministrazione comunale aveva affidato l’incarico per la redazione del progetto di fattibilità dell’infrastruttura che darà ossigeno alla viabilità dell’intero quartiere sportivo.
Il progetto del nuovo raccordo stradale è inserito negli atti di programmazione del Comune di Empoli nell’annualità 2020/2021 con l’obiettivo di arrivare entro quest’anno ad affidare la progettazione definitiva ed esecutiva per iniziare con la realizzazione dell’opera alla fine del 2021.

«Oggi è un giorno importante di questo mandato amministrativo. Abbiamo appena approvato in Giunta il progetto di fattibilità per la nuova strada di collegamento tra Serravalle e la Ss. 67. Un primo passo importante – sottolinea il sindaco Brenda Barnini – per raggiungere l'obiettivo di realizzare questa importante infrastruttura entro la fine del mandato. È un'arteria fondamentale per migliorare la viabilità e migliorare la qualità della vita dei cittadini del quartiere di Serravalle e di tutti coloro che lo frequentano per i numerosi servizi, attività, eventi che hanno sede lì. Dalle strutture sportive, al mercato, dalle scuole, dal Parco urbano, alle manifestazioni estive. Il quartiere di Serravalle aspetta da anni di essere liberato dal traffico, quel giorno si avvicina e per me è sempre una grande soddisfazione poter corrispondere con i fatti agli impegni presi con i cittadini».

L’asse viario, lungo circa 900 metri, costituisce un’importante via di collegamento tra le zone limitrofe al parco di Serravalle, lo stadio comunale “Carlo Castellani” e lo svincolo di Empoli Est della Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI.

Attualmente i flussi di traffico diretti dalla superstrada verso la zona di Serravalle sono costretti a passare attraverso il centro abitato di Empoli e entrando in zona Pontorme, mentre quelli diretti allo Stadio possono sfruttare lo stesso asse diretto al parco di Serravalle oppure attraversare Viale Francesco Petrarca.
Questa nuova viabilità consente quindi di alleggerire notevolmente il carico del flusso veicolare sulla rete stradale urbana.


La nuova strada rappresenta inoltre una valida alternativa di accesso ai centri abitati di Pontorme e Cortenuova per chi proviene sia da Empoli che dalla FI-PI-LI.

L’infrastuttura interseca Via di San Martino a Pontorme, Via di Cortenuova e Via Pontorme. Prende il via dalla strada già presente a lato del parco di Serravalle, la prolunga, quindi si incunea nell’abitato di San Martino e sbuca sulla Tosco Romagnola all’altezza di Via della Piccola, all’ingresso della zona commerciale di Pontorme, dove è già presente una rotatoria.

Le intersezioni con le vie di Cortenuova e Pontorme vedranno la realizzazione di altre due rotatorie.

Nel tratto di San Martino sarà una strada di quartiere, con a fianco parcheggi auto. Subito dopo inizierà il tratto a scorrimento con le due rotatorie e l’innesto sulla statale.

Sarà una strada che, come richiesto dall’amministrazione comunale, verrà progettata con pista ciclopedonale su un lato, di larghezza minima di due metri e mezzo, dalla statale a San Martino, che poi andrà ulteriormente ad allargarsi. Dall’altro lato (est) un marciapiede da un metro e mezzo.

L’opera al momento ha un costo complessivo stimato di due milioni e duecentomila euro.

Nel tratto a scorrimento il limite massimo di velocità sarà di 50 km/h, che scenderà a 30 km/h nel tratto fra San Martino e il parco di Serravalle.

Redazione Nove da Firenze