Rubrica — Mostre

E' iniziata l'81^ Mostra Internazionale dell’Artigianato

Il Liceo Artistico di Porta Romana con uno stand


Sono stati gli assessori del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, Anna Paola Concia, Cecilia Del Re e il consigliere della Città Metropolitana Marco Semplici a dare il via alla Fortezza da Basso, a fianco del Presidente di Firenze Fiera, Alessandro Castellano, alla 81° Mostra Internazionale dell’Artigianato, un’edizione che si preannuncia fin dal primo giorno di apertura da tutto esaurito per chi desideri trascorrere del tempo in mezzo ad un’infinita varietà di creazioni artigianali fra i mestieri tradizionali e l’artigianato del futuro degli 800 espositori partecipanti.

“il nostro obiettivo è quello di innalzare sempre più il livello qualitativo della manifestazione che tutti i fiorentini attendono in primavera con il piacere di entrare in Fortezza per partecipare ad un evento che sentono proprio e che ogni anno premia il meglio dei vari settori merceologici del made in Italy e dei tanti paesi esteri partecipanti. Direi che siamo riusciti a creare un equilibrato mix fra proposte toscane, di altre regioni italiane e prodotti internazionali”, il commento del Presidente di Firenze Fiera, Alessandro Castellano.

L’Artigianato on the road, un viaggio immaginario sulla Route 66, l’epopea del vecchio West, dove coesistono le tradizione Native Americane e Ispaniche con la moderna cultura Anglo, ma anche tanta musica Country, Blues e Texas Swing anni ’50, le canzoni del mitico Elvis Presley, serate di line dance con stage e coreografie. Sono queste le ‘istruzioni per l’uso’ per il pubblico in visita all’ampio spazio degli Stati Uniti, allestito al piano inferiore del Padiglione Spadolini. E c’è di che sbizzarrirsi fra gioielli navajo in argento e turchese, originali cappelli texani in foglia di palma, camice made in Honolulu, varie proposte di abbigliamento femminile biker e rocker, t-shirt californiane della contea di Orange.

Il mito del ‘sogno americano’ rivive nel truck TEX Roses nel piazzale centrale con tanta musica country live anni ’50 e gadget ‘a stelle e strisce’ e nella collezione di manufatti autentici della collezione di Alessandro Martire che domani (domenica) alle 11,30 terrà la conferenza “Storia dei popoli nativi Americani e l’impatto con i conquistatori Europei”. Nel pomeriggio a partire dalle 17,00, da non perdere le lezioni di line dance, che un tempo veniva ballata su country-western music.

Per gli appassionati del fumetto domani (domenica) dalle 14,00 alle 16,00 al padiglione Nazioni Elena Triolo di Carote e Cannella, fumettista classe 1988 con al suo attivo vignette per Buitoni, Morellato, Museo di Storia della Scienza di Firenze, Benefit Cosmetics di San Francisco, darà il via ad uno workshop sul fumetto.

Lo spazio del Liceo Artistico di Porta Romana, situato all’interno di Visioni, dedicato all’artigianato di ricerca e sperimentazione, è un concentrato di idee e creatività dei giovani che si stanno formando al Liceo Artistico di Porta Romana e che presto saranno pronti ad affrontare le sfide del mercato con l’arma del loro pensiero innovativo. Questo è il senso della presenza di uno stand del liceo alla manifestazione fiorentina, grazie ad Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, in collaborazione con Firenze Fiera. All’interno dello stand sono evidenti le tracce delle tecniche tradizionali del nostro migliore artigianato, radici della nostra scuola che è stata una delle protagoniste nel settore fin dal secolo scorso. In particolare, sono da ricordare figure come il giornalista Ugo Ojetti, il famoso architetto e designer Giò Ponti e dello scultore e insegnante dell’Istituto d’Arte, Libero Andreotti. L’obiettivo è quello di realizzare una connessione fra le nuove proposte dei giovani con il tessuto artigianale e produttivo del territorio, in modo da unire formazione e produzione. L’arte e la tradizione, che costituiscono l’eccellenza fiorentina, unite alle moderne tecnologie innovative creano una realtà di grandi sinergie per un mercato che chiede creatività e impegno. Adiacente allo stand è previsto uno spazio dedicato al progetto Scenari di Innovazione, dove saranno esposti i progetti vincitori e selezionati della tredicesima edizione.

Redazione Nove da Firenze