Digitel: decine di migliaia le utenze senza telefono da venerdì scorso

Rimpallo di responsabilità tra la ICT fiorentina e Telecom Italia


FIRENZE- Sarebbero circa 150.000 le utenze telefoniche scollegate sino ad oggi dalla rete a causa del contenzioso che contrappone Digitel Italia SpA a Telecom Italia S.p.A.. Da venerdì scorso il fornitore nazionale avrebbe interrotto il servizio a tutti quanti i clienti dell società fiorentina di Information & Communication Technology, ma anche ai clienti di società terze, tra cui Siltel Digital e Atontel, che avevano comprato servizi all’ingrosso proprio da Digitel.

Fino a stamani sulla home page di Digitel si leggeva un messaggio di scuse agli utenti, che addossava a Telecom Italia S.p.A. la responsabilità dell’interruzione improvvisa e non annunciata del servizio di telefonia:

"Gentili Clienti,

Siamo davvero spiacenti di comunicarvi che, nonostante tutti gli sforzi profusi da Digitel Italia, in totale spregio delle norme di legge oltre che di buon senso, in data 10 novembre u.s., Telecom Italia ha inopinatamente proceduto al distacco dei servizi a favore della stessa.

...".

Il comunicato è stato poi ritirato dal sito. Ma secondo altri il disservizio sarebbe riferibile ad un contenzioso sulla fornitura da Telecom Italia. La società per azioni (Capitale sociale € 160.000,00), con sede in via della Fortezza a Firenze, ha formalizzato una domanda di concordato preventivo il 17 ottobre e il tribunale di Firenze ha già nominato un Commissario Giudiziale, nella persona della commercialista Ariela Lucia Caramella. L’azienda, che ha 31 addetti tra la sede di Firenze e quella di Carpi, è stata fondata nell’estate del 2000 e opera nei servizi di telefonia voce e dati per privati, aziende e all'ingrosso.

Redazione Nove da Firenze