Didacta: l'apertura della mostra internazionale dedicata all'istruzione

La vicesindaca Giachi: "Una grande iniziativa che è un inno contro gli stereotipi". Domani, alle Murate un seminario di Confartigianato per riconoscere e difendersi dalla bufale online


Firenze, 27 settembre 2017 – Siamo finalmente al tanto atteso taglio del nastro della prima edizione di Fiera Didacta Italia. Si è aperta infatti questa mattina, alla Fortezza da Basso, la più importante mostra internazionale dedicata all'istruzione: 4.000 docenti iscritti da tutta Italia (per un totale di 8.000 registrazioni) ai 90 workshop, 150 gli espositori su un’area estesa di 25.000 mq.

"Orgogliosa di rappresentare la mia città e un sistema Paese. Questa iniziativa è un inno contro gli stereotipi di un 'Italia che non funziona, che non collabora, di barriere ideologiche che separano l'impresa dalle istituzioni". Lo ha detto la vicesindaca e assessora all'educazione Cristina Giachi all'inaugurazione "La scuola non è solo degli addetti ai lavori ma del Paese - ha aggiunto - non a caso abbiamo intitolato Didacta Italia a don Lorenzo Milani. Agli insegnanti vogliamo dare gli strumenti per leggere i segni del tempo ed essere profeti per i loro studenti proprio come diceva don Milani. La scuola è dove si costruisce la possibilitá di futuro per un Paese intero".

Si svolgerà domani 28 settembre, a Firenze, alle ore 14:30, al Complesso delle Murate, "Tacchini e bufale - come difendersi dalle bufale on line”, il breve seminario (60 minuti) rivolto principalmente (ma non solo) a studenti delle scuole di ogni ordine e grado e ai loro insegnanti che Alessandro Vittorio Sorani, formatore e consulente sul tema della comunicazione e gestione delle risorse umane, progettista e coordinatore di percorsi di formazione, terrà, in collaborazione con Confartigianato Imprese Firenze, l’associazione di cui è presidente, in occasione degli appuntamenti di Fiera Didacta. “Un argomento quanto mai attuale, specie per l’area fiorentina, invasa negli ultimi giorni da una raffica di bufale: dalle foto taroccate -ad arte- di ammassi di cartelli autostradali che si annullano l’un l’altro alle sagre della bistecca in piazza Duomo, dal ristorante della Nutella in piazza della Signoria al concerto di Adele in Santa Croce. Parleremo delle leve della persuasione e del modo in cui i creatori di fake news le utilizzano, ma si daranno anche alcune dritte per difendersi e riconoscere ogni falsa notizia online” spiega Sorani. L’evento è a ingresso libero. Ci si accredita sul sito di Fiera Didacta, sezione “Didacta off”.

L’Editore FME Education, che ha siglato un nuovo protocollo d’intesa con il MIUR per la promozione dell'innovazione tecnologica nella didattica, non poteva mancare a un evento così strategico per il mondo della ‘scuola del futuro’. FME Education si presenta quindi a questo appuntamento con i positivi risultati del progetto MyEdu School, che nel solo anno scolastico 2016/17 ha coinvolto un totale di circa 30.000 ragazzi e 4.000 insegnanti delle scuole primaria e secondaria di primo grado. MyEdu School è un ambiente didattico digitale basato sui principi di interattività e inclusività e costruito per rispondere alle specifiche esigenze di insegnanti e studenti: videolezioni, esercizi, giochi e verifiche organizzati in percorsi digitali che seguono il piano formativo della scuola dell’obbligo. Contenuti integrati da una serie di strumenti che offrono all’insegnante la possibilità di creare la Classe Virtuale e monitorare l’andamento degli studenti. Grazie al progetto MyEdu School quasi 50 istituti comprensivi italiani sono stati dotati gratuitamente sia di una classe virtuale composta da tablet che consentono a docenti e studenti di fare lezione in modo innovativo, sia dell’accesso ai contenuti di MyEdu School. Come servizio integrativo, il progetto ha previsto inoltre la formazione dei docenti da parte di tutor specializzate nell'utilizzo della tecnologia per la didattica e laboratori ludodidattici con i ragazzi. Ma MyEdu School non è l’unico protagonista dell’offerta di FME Education. Quest’anno l’Editore ha preparato una grande novità, di cui a Didacta offre una piccola anticipazione. Si chiama MyEdu plus e promette di diventare il vero alleato dell’insegnante che fa scuola in modo innovativo: non solo una piattaforma tecnologica, non solo contenuti multimediali, non solo la classe virtuale. MyEdu plus rappresenta la soluzione integrata per la scuola del futuro: piattaforma e contenuti per creare la classe 2.0, a cui si aggiunge l’aspetto della community – tutto racchiuso in un unico ambiente digitale. Un grande network in cui gli insegnanti potranno, per la prima volta:

  • fruire per le loro lezioni dei contenuti realizzati dall’editore (centinaia di percorsi didattici digitali completi su tutte le materie)
  • modificare i contenuti realizzati dall’editore per adattarli e inserirli nelle proprie lezioni
  • produrre lezioni e corsi personalizzati
  • condividere esperienze e progetti educativi con le altre scuole del network

Redazione Nove da Firenze