​Cavalli Firenze, 77 gli esuberi nella sede fiorentina

La Filctem Cgil: “Faremo di tutto per salvare posti di lavoro e marchio sul territorio”. Mercoledì 19 ottobre assemblea con le istituzioni e nuovo sciopero


Cavalli: dopo il presidio dei lavoratori (oggi in sciopero di 8 ore) questa mattina davanti allo stabilimento dell’Osmannoro, nel pomeriggio l’azienda ha comunicato l’apertura della annunciata procedura di mobilità, che in tutta Italia riguarderà 372 lavoratori, 115 dei quali vanno considerati esuberi. Di questi 115, 77 operano attualmente nella sede fiorentina (che in tutto ad oggi conta circa 280 addetti). Nella sede fiorentina, l’azienda inoltre ha disposto la chiusura del reparto stamperia.

La mobilitazione dei lavoratori prosegue: mercoledì prossimo, 19 ottobre, dalle 14,30 alle 16,30 è prevista una assemblea pubblica dei lavoratori (con sciopero) allo stabilimento dell’Osmannoro, dove saranno presenti politici e rappresentanti delle istituzioni locali per discutere della vertenza. Dice la Filctem Cgil Firenze: “Sulla sede fiorentina il numero degli esuberi è alto, c’è grande preoccupazione e ansia tra tutti i lavoratori che comunque vogliono lottare e mobilitarsi. Come sindacato chiederemo un incontro all’azienda e di aprire un tavolo istituzionale sulla crisi, vogliamo un Piano industriale. Faremo di tutto per salvare posti di lavoro e marchio sul territorio”.

Redazione Nove da Firenze