Bollette e conguagli luce, acqua e gas: novità sul distacco

Cosa potrebbe accadere all'intimazione di pagamento immediato con "pena distacco della fornitura"?


Codacons rende noto che ci sarebbero "buone notizie per tutti i consumatori" perché è in discussione alla Camera un disegno di legge per vietare le maxibollette.

"Emettere una fattura a debito nei contratti di fornitura di energia elettrica, luce, acqua e gas verrà definita come una pratica commerciale contraria ai principi di buona fede, correttezza e lealtà, come sanciti dal Codice del Consumo, quando riguarda conguagli riferiti a periodi maggiori di due anni. Se oltre alla bolletta verrà inviata anche un'intimazione di pagamento immediato, pena distacco della fornitura, tale pratica verrà considerata pratica commerciale aggressiva ai sensi degli articolo 24, 25 e 26 del Codice del Consumo".

Per il Codacons si tratta di un disegno di legge "da convertire nel più breve tempo possibile in legge", per mettere fine ai conguagli con i quali si chiedono somme enormi ai consumatori.

Conclude l'associazione che diventa necessario che "tutti gli operatori che non si attengano alla Legge debbano essere sanzionati pesantemente dall'Autorità Garante, altrimenti la situazione non cambierà". 

Redazione Nove da Firenze