Risvegliare l'istinto mimico con il laboratorio gratuito del CDRC

Laboratorio gratuito di teatro a conclusione del centenario della nascita di Orazio Costa


RECITAZIONE —
Laboratorio gratuito di teatro a conclusione del centenario della nascita di Orazio Costa Con il Patrocinio del Presidente della Provincia di Firenze e con la collaborazione del Quartiere 3, il CDRC – Coro Drammatico Renato Condoleo - organizza la seconda edizione de “Il risveglio dell'istinto mimico”.

Un laboratorio teatrale offerto gratuitamente alla cittadinanza, che, dopo il successo ottenuto dalla precedente edizione all'inizio del 2011, e le numerose richieste pervenute, viene riproposto in memoria del grande maestro del teatro italiano, Orazio Costa Giovangigli, a conclusione del centenario della nascita.
Il Laboratorio si svolgerà nei mesi da ottobre a dicembre 2011 a villa Bandini, in via di Ripoli, a Firenze, tutti i lunedì dalle 20.15 alle 23.15. E' rivolto a allievi attori e attori e si concluderà con una performance.
Il laboratorio teatrale è interamente fondato sul metodo Costa, come la totalità delle attività del CDRC che da oltre dieci anni opera in Toscana diffondendo l'opera di Orazio Costa e soprattutto quel suo metodo mimico con il quale si sono formati e tuttora si formano i migliori attori italiani.
Per il CDRC questo laboratorio è un modo per rendere omaggio al proprio maestro.

Orazio Costa nacque a Roma il 6 agosto 1911, fu allievo di Silvio d'Amico e di Jacques Copeau; nel dopoguerra concepì il suo “metodo mimico”, metodo integrale per la formazione dell'attore e iniziò a insegnarlo all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, formando alcuni tra i più stimati attori italiani, da Gabriele Lavia a Gianmaria Volontè, da Edmonda Aldini a Glauco Mauri, da Rossella Falk a Roberto Herlitzka, da Giancarlo Giannini a Nino Manfredi.
Nel 1979 si recò a Firenze dovo fondò il centro di Avviamento all'Espressione che fu attivo per circa 20 anni. Orazio Costa morì nel 1999.
Il laboratorio è diretto da Carolina Gentili, attrice professionista che ha già calcato alcuni tra i più prestigiosi teatri italiani e che tra breve debutterà a Roma nello spettacolo “Non mi hanno dato il tempo”, con il contributo del Ministero della Gioventù e il Patrocinio del Comune di Roma.

Le iscrizioni al laboratorio sono a numero chiuso. Gli interessati sono pregati di inviare il proprio curriculum e una nota con la quale si spiega la ragione per cui si intende partecipare al laboratorio teatrale a corsiteatro@cdrc.it

Redazione Nove da Firenze