Anci Toscana e Agenzia delle Entrate protocollo anti evasione

Siglato protocollo d'intesa, per primi coinvolti i capolouoghi di provincia


Comuni toscani e Agenzia delle Entrate insieme per combattere l’evasione fiscale, grazie al protocollo siglato stamani dal presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni e dal direttore regionale dell’Agenzia Carlo Palumbo. Un accordo importante, primo atto di un percorso condiviso che vedrà coinvolti per primi i capoluoghi di provincia, e che si sostanzierà attraverso l’analisi e il monitoraggio dei dati raccolti dai Comuni e inviati alle Entrate.

Nello specifico, Anci e Agenzia individueranno “le fattispecie verso le quali ritengono opportuno indirizzare l’attività, nonché le tempistiche e le modalità operative che si reputano più adeguate al fine di ottenere i migliori risultati nel contrasto all’evasione fiscale, secondo criteri di efficienza ed economicità dell’azione amministrativa”. Il protocollo definisce con esattezza gli ambiti e le forme in cui potranno avvenire le segnalazioni, riservando precisi requisiti riguardo la tutela della privacy e il trattamento dei dati personali. Il protocollo avrà valore di due anni, con possibilità di rinnovo.

“Si tratta di un accordo importante e significativo per il contrasto dell’evasione fiscale, uno dei problemi più gravi che affliggono le finanze pubbliche – afferma il presidente Biffoni – Naturalmente lavoreremo nell’ambito delle rispettive competenze e dei relativi poteri istituzionali, nel rispetto delle norme e per il bene delle nostre comunità”.

Redazione Nove da Firenze