"Aeroporto Firenze, né i cittadini né i giudici hanno bocciato il progetto"

Toscana Aeroporti replica al sindaco di Sesto: Falchi aveva detto di non trovare parole educate per commentare la decisione della Regione di riavviare l'iter per la nuova pista. "Pensi a tutti i lavoratori dello scalo e dell'indotto"


Firenze, 3 aprile 2020 – "Il Sindaco di Sesto Fiorentino ha dichiarato di non trovare parole educate per commentare la decisione della Regione Toscana di riavviare in questo momento di crisi l’iter per la nuova pista dell’aeroporto di Firenze affermando inoltre che il progetto dell’aeroporto è stato bocciato dai cittadini, dal buon senso e dai giudici". Così una nota di repliuca da parte di Toscana Aeroporti, che prosegue: "In un momento di crisi sanitaria ed economica, stupisce che il signor Falchi non trovi di meglio che attaccare l’aeroporto.

Ciò premesso, Toscana Aeroporti coglie l’occasione per ricordare al primo cittadino che il progetto non è stato bocciato dai cittadini, in quanto non è mai stato indetto un referendum o una consultazione in merito e non è stato bocciato dai Giudici che, nelle sentenze, non hanno speso nemmeno una parola sull’impossibilità di realizzare la nuova pista ma hanno sollevato unicamente problematiche relative all’iter amministrativo, iter che proprio la Regione vuole riavviare in modo da superare i problemi emersi.

Non è stato bocciato neppure dal buon senso che invece si fatica a cogliere nelle parole del sindaco che, nel misurare il peso delle sue affermazioni, dovrebbe pensare a tutti quei lavoratori dell’aeroporto e dell’indotto che, a differenza del signor Falchi, non hanno lo stipendio assicurato", conclude Toscana Aeroporti.

Redazione Nove da Firenze