Un nuovo auditorium per Fiesole


Sono quasi ultimati i lavori di allestimento della mostra “La città ha uno spazio, il nuovo Auditorium di Fiesole”. Si tratta di una esposizione articolata, con plastici, pannelli, video, che permetterà di capire, anche nei dettagli, come sarà il nuovo Auditorium di Fiesole, uno spazio nel quale finalmente sarà possibile ospitare spettacoli, concerti, incontri, happening, congressi anche al di fuori della stagione estiva, quando il Teatro Romano offre il suo straordinario palcoscenico. Quella che viene offerta a tutti, fiesolani e fiorentini, è una sorta di visita “virtuale” dello spazio che dalla fine del 2005, data prevista per la conclusione dei lavori, sarà dato alla città. Questa esposizione, e l’avvio del progetto esecutivo, rappresentano la realizzazione di uno dei più importanti impegni di mandato del Sindaco Alessandro Pesci, che vede arrivare in fondo una storia iniziata diversi anni fa. Il progetto prevede la realizzazione di una struttura completamente nuova che andrà ad affiancare, senza modificarla, la sede della Filarmonica di Fiesole, in piazza del Mercato, coprendo una carenza strutturale che da sempre viene lamentata dalla città e andando a riqualificare l’area, oggi degradata del giardino della Filarmonica e più in generale di tutta la zona di piazza del Mercato. Il nuovo Auditorium, progettato dall’architetto Emilio Guazzone, allievo di Renzo Piano e suo assistente nella progettazione dello straordinario nuovissimo Auditorium di Roma, potrà essere utilizzato per spettacoli teatrali, di danza, concerti, cinema e convegnistica, e avrà un numero complessivo di 312 posti a sedere, cui si aggiungeranno tutte le strutture di servizio (camerini, servizi igienici, servizi tecnici). A questo spazio si aggiungeranno un foyer realizzato in acciaio e cristallo, che penetrerà per alcuni metri nel corpo della piazza, completamente visibile dall’esterno, e una grande terrazza soprastante con accesso indipendente dall’esterno, che sarà aperta a tutti sempre, per poter godere di una vista straordinaria sulla Valle del Mugnone. Il progetto esecutivo è stato eseguito dallo Studio Comes di Firenze, del professor Carlo Blasi, che insieme allo studio SMN di Bari ha curato l’allestimento della mostra. L’inaugurazione è prevista per mercoledì 18 giugno, alle 21.00, in Municipio. Intervengono il Sindaco Alessandro Pesci, l’architetto Emilio Guazzone, il professor Carlo Blasi, l’ingegner Luigi Sylos Labini, il presidente della Filarmonica Danilo Mattolini e la dottoressa Maura Borgioli. La mostra rimarrà aperta fino a venerdì 4 luglio con orario 8.00-18.30 dal lunedì al venerdì.

Redazione Nove da Firenze