Rubrica — Motori

A Firenze passione per le auto “green”, o d’epoca

+36% di richieste nel 2017 per le auto storiche


La passione degli italiani per l’auto: nostalgica o all’avanguardia? Le scelte dividono, tra chi guarda ancora al passato e al “culto” delle auto d’epoca, e chi invece segue il nuovo trend del “green” e dei veicoli elettrici, proiettandosi al futuro e alle ultime evoluzioni del mercato. In occasione dell’edizione 2017 del Salone Auto e Moto d'Epoca di Padova (dal 26 al 29 ottobre),dedicata quest’anno all’esplorazione del mondo automotive tra passato, presente e futuro, il Centro Studi di AutoScout24, presente alla kermesse, traccia un’analisi sulle richieste effettuate sul proprio portale nel 2017 nelle principali città italiane, per indagare le tendenze che da nord a sud stanno attraversando il Paese.

E così si scopre che a Firenze è boom nell’ultimo anno per le auto d’epoca, con una crescita delle richieste nei primi 9 mesi del 2017 del +36%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, rispetto alla media italiana del +12%. Al primo posto tra i modelli retrò più cercati a livello nazionale, invece, c’è la piccola e intramontabile Fiat 500, avanti alla Porsche 911 e all’Alfa Romeo Spider, altre icone dell’ automobilismo d’epoca. Fuori dal podio ma nella top 5 l’Alfa Romeo Giulia, da sempre una delle vetture più ambite dai collezionisti e il Maggiolino, uno dei modelli più longevi della storia dell’automobilismo, rimasto in produzione dal 1930 al 2003 prima di essere sostituito dal New Beetle.

E le auto green? A Firenze, le vetture orientate ai bassi consumi e all’impatto ambientale, si mostrano stabili sul fronte delle richieste effettuate, contro la media nazionale del +41%.

Redazione Nove da Firenze