"Scuola Dino Compagni, mancano prof e insegnanti di sostegno"

Il consigliere regionale Marcheschi: "Ho scritto all’Ufficio scolastico regionale. L'istituto sconta anche il fatto di aver cambiato vari presidi durante questi mesi"


Firenze – “Ho scritto all’Ufficio scolastico regionale dopo aver raccolto le proteste di tanti genitori che si scagliano contro la disorganizzazione della didattica alla scuola media Dino Compagni, mancano i professori ed è impossibile svolgere regolari lezioni nelle classi. I genitori ricordano come la scuola abbia avuto mesi per organizzarsi, ma ad oggi non si riesce a tenerla aperta per più di tre ore al giorno per mancanza di professori -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi)- Mancano anche gli insegnanti di sostegno. Con le scuole chiuse da marzo il Ministero si è concentrato sui banchi con le rotelle e non sulle nomine dei professori. La Dino Compagni sconta anche il fatto di aver cambiato vari presidi durante questi mesi. Altro problema, questo diffuso su tutto il territorio nazionale, è la quarantena: i professori che sono stati messi in isolamento al proprio domicilio non possono fare video-lezioni perché risultano in malattia e quindi non sono autorizzati, anche se lo volessero, a farlo. E la didattica rallenta ulteriormente”.

Redazione Nove da Firenze