Oltrarno, cittadini in allarme per gli alberi: il caso Nidiaci

Mattinata surreale per i residenti di via dei Serragli


Questa mattina i residenti di Oltrarno, via dei Serragli, sono stati svegliati dal rumore di una accetta utilizzata per tagliare uno degli alberi del Giardino Nidiaci, nell'area di proprietà privata.
Il Comitato si è radunato presso l'accesso di via dell'Ardiglione da dove è stata contattata la Polizia Municipale, una volta giunti sul posto due membri del reparto edilizia e del reparto ambientale, non hanno trovato nessuno oltre al leccio abbattuto.
"Gli operai si sono resi irreperibili" spiega l'Associazione che ha in gestione l'area verde pubblica e che ha presidiato il giardino per l'intera mattinata affiancata da un autorevole rappresentante dei Bianchi di Santo Spirito da sempre vicini al destino dell'area verde.

Dal racconto dei testimoni gli agenti intervenuti hanno potuto ricostruire così l'accaduto: alle 9 il taglio con l'accetta è stato interrotto dopo l'arrivo dei cittadini che hanno richiesto di poter visionare l'autorizzazione. "A quel punto gran parte dei presenti sono andati via lasciando un solo operaio che poi non si è più trovato all'arrivo degli agenti" spiegano i residenti sorpresi per l'accaduto. Gli agenti hanno chiesto il supporto di un tecnico agronomo intervenuto per fotografare il tronco e l'area interessata.

Tra i presenti alle verifiche anche alcuni residenti nel condominio da poco ristrutturato che hanno dichiarato di essere stati, a vario titolo, autorizzati al parcheggio nell'area interessata dove i cartelli indicano che dal 30 ottobre era previsto un intervento sulla recinzione.

Nove da Firenze ha contattato la proprietà, la Leggiero Real Estate. L'ufficio tecnico che segue il cantiere Nidiaci non ci ha però risposto.

Intanto ci sono state reazioni a Palazzo Vecchio sull'accaduto. “Stamani ai Nidiaci si sono presentati degli improbabili operai, per il taglio di un albero. E' vero che alla Direzione Ambiente non risulta nessuna autorizzazione?” così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, tuona in Consiglio comunale.
“E' un fatto grave. Vogliamo sapere se la situazione riscontrata rispecchia la verità. Per questo ho subito richiesto un accesso agli atti urgente”. 

"Presenterò un question time per il prossimo Consiglio Comunale per fare chiarezza sul taglio degli alberi ai Nidiaci - annuncia la consigliera di Alternativa Libera, Miriam Amato - sembra che l'immobiliarista stia mettendo in vendita 25 o 30 posti auto in quello che un tempo era il giardino della ludoteca del quartiere, per cui gli alberi verrebbero percepiti come ostacolo. Dalla segnalazioni avuta - fa sapere ancora la consigliera - emerge che i vigili hanno compiuto vari rilievi, notando anche come il taglio fosse stato effettuato in maniera molto poco professionale e ricevendo dalla Direzione Ambiente una comunicazione che evidenzia come, da una prima verifica, non risultano rilasciate dalla stessa alcuna autorizzazione al taglio per il sito indicato e per gli anni 2016-2017".

Redazione Nove da Firenze