Rubrica — Pugilato

Mohammed “Maravilla” Obbadi è il nuovo campione dell'Unione Europea

Moha vince ai punti al termine di un'appassionante sfida con l'indomito Olteanu


Sul ring di Manzano Obbadi ed Olteanu hanno dato vita ad un entusiasmante match di Pugilato Professionistico. Sul quadrato si sono succeduti: qualità, forza fisica, sofferenza e cambio di schemi tattici. Obbadi ha vinto perché, nonostante fosse la prima volta che si confrontava con un livello così alto, ha saputo vestire tutte queste caratteristiche, che fanno del Pugilato Professionistico uno sport per pochi, grandi atleti.

Il match: Moha inizia bene, mettendo in evidenza il sinistro, portato dritto in avanzamento ed in gancio, cercando poi anche di aggiungere il destro all'azione. Olteanu rimane in difesa. Dopo le prime riprese il pugile spagnolo prende il centro ring ed inizia ad intensificare la sua azione. Il match si svolge alla corta distanza, dove Olteanu crea qualche problema a Moha che, a tratti, rimane troppo passivo davanti ad un avversario che ora sa come condurre il match.

Alla settima ripresa dall'angolo, il Maestro Boncinelli raccomanda al suo pupillo di “fare il pugilato”. È un round bellissimo, Moha toglie continuamente la misura dei colpi ad Olteanu rientrando con le sue combinazioni precise. Olteanu, nei round seguenti, dimostra di non essere stato a caso campione europeo e challenger mondiale e di non essere venuto a Manzano per farsi battere da un ragazzo di 15 anni meno.

Il round numero nove è un tempo intenso, a tratti drammatico. Moha inizia con un potente gancio destro, Olteanu accusa il colpo e viene pressato da Moha in cerca della serie definitiva. Il pugile spagnolo a circa metà del tempo esplode un potentissimo gancio sinistro - probabilmente il colpo più potente incassato in carriera da Moha - il fiorentino, scosso dal colpo, riesce a neutralizzare gli attacchi dello spagnolo e si rifugia in un clinch salvifico terminando così la ripresa. Sul volto dei fiorentini, che hanno seguito il loro pupillo, si dipinge per la prima volta l'immagine della preoccupazione. Mancano ancora tre round e Moha ha un solo minuto per riprendersi e tornare a combattere.

Carattere, preparazione, classe ed il tifo dei ragazzi venuti da Firenze, sostengono Moha nei tre round conclusivi, e gli consentono, con merito, di diventare campione dell'Unione Europea della categoria dei pesi Mosca.

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Massimo Capitani

Massimo Capitani — Massimo Capitani, Fiorentino. Da ragazzo pratica molti sport, fra cui il pugilato. Nel mondo della Boxe rientra, molti anni dopo, come inviato di Nove da Firenze

E-mail: boxe@nove.firenze.it