Viaggio con Leonard Bundu: Racconti di Massimo Capitani

Nel Novembre del 2011 Bundu si laurea Campione Europeo dei pesi welter, Leonard si aggiudica il doppio match con Petrucci - dato il primo incontro era finito in parità - e diventa Campione nella sua Firenze. Da quello che sembra a tutti un grande traguardo per un pugile di 37 anni, Leonard riparte per un percorso netto ed implacabile.

Nel giro di 3 anni, fino ad arrivare all'agosto del 2014, Leonard difende per 6 volte la corona europea. Ne fanno le spese - in Italia - Moscatiello, K.O. alla quinta ripresa per un montante al fegato. Castellucci, vittoria nettissima ai punti - con Castellucci al tappeto già nella 2° ripresa. El Massoudi fulminato da una gancio sinistro nel corso del primo round. Jackiewicz K.O. con il solito montate al fegato all'11° ripresa. Mentre in Inghilterra Bundu s'impone, alla soglia dei 40 anni, sui giovani e quotati Purdy e Gavin.

Con la vittora su Purdy, KOT alla 12° ripresa, Bundu ottiene il premio quale miglior pugile a livello continentale per l'anno 2013. Nell'agosto del 2014 Bundu raddopia e torna ancora sul suolo inglese, dove batte “nel giardino di casa sua” Frankie Gavin, pupillo del potente promoter Frank Warren. Stavolta è una vittoria ai punti che i giudici limitano ingiustamente nel punteggio, ma che a Leonard frutta la chanche per lasciare l'Europa da campione ed andare a giocarsi, in America, il mondiale ad interim della sigla W.B.A.

Documenti

Tutti gli articoli su Viaggio con Leonard Bundu: Racconti di Massimo Capitani