Firenze: mobilitazione per il Testamento biologico in piazza Repubblica

Aspettando il Toscana Pride, domani il “Play Pride #5, lo sport per i diritti” a Capolona


"Un nuovo successo " dichiarano, a nome dell'Associazione Luca Coscioni, gli organizzatori della mobilitazione pubblica a sostegno della legge per il biotestamento che a Firenze ha visto la partecipazione di diverse decine di cittadini e l’autenticazione di oltre una decina di testamenti biologici grazie alla presenza in piazza della Repubblica della notaio Barbara Pieri. "Questo nuovo successo della mobilitazione" ha spiegato Valentina Piattelli (ALC) "ci conferma la consapevolezza dei cittadini dell’importanza del tema e la necessità di regolamentare a livello nazionale le disposizioni anticipate di trattamento così da consentire una piena auto-determinazione delle persone". I promotori dell’iniziativa informano che il prossimo 19 c.m. incontreranno l’Assessore competente del Comune di Firenze, Federico Gianassi, per affrontare la questione della necessaria promozione dell’informazione sul servizio comunale di registrazione dei testamenti biologici, di cui la quasi totalità dei cittadini intervenuti nel corso della manifestazione di oggi ha rivelato non esserne ancora a conoscenza. L’iniziativa è stata organizzata assieme a Radicali Italiani e UAAR.

Entra nel vivo il calendario di eventi “Aspettando il Toscana Pride” a testimonianza della grande partecipazione delle città toscane alla grande manifestazione dell'orgoglio LGBTQI (lesbico, gay, bisex, trans e intesex) che il 27 maggio porterà ad Arezzo migliaia di persone da tutta Italia. Questa settimana tocca a Siena, Firenze, Arezzo e Pisa con presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali, aperitivi e cene a tema, eventi di sensibilizzazione e di raccolta fondi per sostenere l’organizzazione della parata. Il Toscana Pride 2017 è organizzato da una rete di 14 associazioni LGBTQI toscane: Agedo Toscana, Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno”, Arcigay Livorno “Libertà e Diritti”, Arcigay Siena “Movimento Pansessuale”, Arcilesbica Firenze, Arcilesbica Pisa-Livorno, Azione Gay e Lesbica Firenze, Consultorio TRANSgenere, Famiglie Arcobaleno Toscana, IREOS – Comunità Queer Autogestita Firenze, LuccAut, “Pinkriot” Arcigay Pisa, Polis Aperta e Rete Genitori Rainbow.

Domenica 14 maggio si scende di nuovo in campo per abbattere pregiudizi e discriminazioni basati sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere attraverso lo sport. E’ la 5° edizione di “PLAY PRIDE - lo sport per i diritti”, l'evento promosso da Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo e dal Comitato aretino UISP che torna a Capolona (sede della primissima edizione nel 2013) con il patrocinio del Comune e della Provincia di Arezzo. L'evento fa parte degli eventi aspettando il Toscana Pride 2017, la parata dell'orgoglio LGBTI che si terrà ad Arezzo il prossimo 27 maggio. Ecco i numeri dell’edizione 2017 di Play Pride: sono previste circa 100 persone alla camminata per le strade del centro di Arezzo, poi 3 tornei con 16 squadre amatoriali, provenienti da tutta la provincia di Arezzo ma anche da Siena, Firenze e Perugia e Roma.

Redazione Nove da Firenze