Coronavirus: maturità 2020 senza commissari esterni

L'annuncio del ministro Azzolina: saranno i professori degli studenti a giudicarli, solo il presidente di commissione con ogni probabilità sarà esterno. Tempi e modi da definire: dipenderà dall'evolversi dell'emergenza sanitaria


L'emergenza Coronavirus non farà saltare gli esami di maturità: il governo e le autorità preposte alla didattica stanno predisponendo l'esame di maturità 2020 che secondo quanto detto oggi dalla ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina con ogni probabilità non avrà commissari esterni: da fuori istituto ci sarà solo il presidente. Saranno i professori di ciascun candidato a fare domande ai maturandi e a valutarli assieme al presidente di commissione. "I docenti, gli studenti e le loro famiglie saranno messi nelle condizioni migliori per svolgere un esame di maturità serio e riceveranno tutte le informazioni in merito alle modalità che saranno adottate, non appena avremo un quadro anche temporale più definito", ha detto Azzolina, rispondendo al Question Time alla Camera

Redazione Nove da Firenze