​Anci Toscana, Oreste Giurlani si dimette

​ Giurlani era uno dei cinque vicepresidenti di Anci Toscana


Il direttivo di Anci Toscana, già convocato per oggi pomeriggio nella sede fiorentina dell'Associazione e presieduto dal presidente Matteo Biffoni, ha preso atto delle dimissioni da vicepresidente di Oreste Giurlani, comunicate questa mattina.
Il direttivo ha ribadito la fiducia nelle indagini della magistratura, auspicando che la vicenda si possa chiarire al più presto.

Il presidente Biffoni a poche ore dalla misura degli arresti domiciliari notificata dalla Guardia di Finanza a Giurlani dichiarava: “Abbiamo massima fiducia nella magistratura e ci auguriamo che quanto prima venga fatta chiarezza sui fatti contestati all’ex presidente di Uncem Oreste Giurlani. Restiamo assolutamente garantisti sul fronte giudiziario, certi che nelle sedi opportune saranno accertati eventuali reati. Sul fronte dell’attività dell’Uncem, Anci Toscana ha dato il via in questi mesi a un nuovo corso nella massima trasparenza, rigore e responsabilità nel rappresentare i Comuni montani, assumendo fin da subito con una nuova dirigenza l’impegno a una presenza attiva sui territori, per ascoltare e intercettare le loro richieste. Siamo disponibili a valutare una sospensione delle deleghe attualmente ricoperte da Giurlani per dargli modo di chiarire la sua posizione con la massima serenità”.

Per il Pd toscano Giurlani sarebbe stato in ANCI "punto di riferimento della segreteria regionale del Pd per quanto attiene alle politiche della montagna" nell'occasione in cui ritirò la candidatura alla presidenza lasciando in campo solo Sara biagiotti, allora Sindaco di Sesto Fiorentino.

Oggi il PD sospende Oreste Giurlani, il comunicato stampa del Segretario Provinciale Riccardo Trallori recita: "Stasera, alle ore 19, si è riunita la Commissione di Garanzia del Partito Democratico della provincia di Pistoia alla sede in via Bonellina e, in linea con quanto espresso nell’apposito regolamento delle commissioni di garanzia (art. 10), ha proceduto per la sospensione di Oreste Giurlani dal partito. Dopo aver sollecitato questa presa di posizione, ho ritenuto opportuno convocare una riunione con il gruppo consiliare PD pesciatino e con la segreteria comunale del partito cittadino per mercoledì sera per assumere le necessarie determinazioni stante la situazione venutasi a determinare, rinnovando ovviamente la fiducia nel lavoro, che auspichiamo celere, in corso di svolgimento da parte delle autorità competenti. Con la notizia delle dimissioni da parte di Giurlani dal suo ruolo istituzionale si apre necessariamente una nuova fase, tema di cui inizieremo a discutere mercoledì sera."

Redazione Nove da Firenze