Ztl no-stop: dall'8 giugno sperimentazione con revoca della finestra serale il giovedì e venerdì

L’assessore Giorgetti: “Un nuovo modo di vivere il centro con il trasporto pubblico potenziato fino alle 2 e le navette gratuite per chi lascia l’auto ai parcheggi di struttura”. Amato (AL): “Non è più 'no stop' ma solo allungata e annacquata”


Prenderà il via l’8 giugno la sperimentazione dei nuovi orari della ztl notturna. Il giovedì e venerdì la ztl inizierà la mattina alle 7.30 per concludersi no stop alle 3 del giorno successivo. Oggi l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha fatto il punto delle novità, presenti anche l’assessore allo sviluppo economico Cecilia del Re, il consigliere speciale per la notte Niccolò Falomi e il presidente di Firenze Parcheggi Carlo Bevilacqua. 

“Con questa sperimentazione vogliamo far vivere il centro e al tempo stesso promuovere tra i cittadini un modo diverso di muoversi in città, più rispettoso dei diritti dei residenti e del decoro di strade e piazze – sottolinea l’assessore Giorgetti –. Non vogliamo la chiusura né tantomeno la morte del centro storico. Al contrario puntiamo a tutelare il cuore della città rendendolo più vivibile per tutti, sia per chi ci abita sia per chi lo frequenta magari per una sera. Per questo insieme al provvedimento di revisione degli orari, abbiamo messo in campo il potenziamento del trasporto pubblico e, grazie a Firenze Parcheggi, un servizio di navetta da due posteggi di struttura ai limiti della ztl”.
Inoltre l’accesso alla ztl è sempre consentito ai mezzi elettrici, alle due ruote a motore e alle biciclette, ai veicoli del car sharing (con particolari sconti previsti dal gestore del parco elettrico Share’ngo) oltre ovviamente ai taxi con prezzi agevolati per giovani (tariffe disco taxi) e donne. In dettaglio dall’8 giugno nei settori A, B e O il giovedì e venerdì viene revocata la finestra dalle 20 alle 23. Quindi il provvedimento di limitazione degli accessi ai soli autorizzati è in vigore dalle 7.30 del mattino alle 3 della notte successiva. Nessun cambiamento per il sabato: la ztl inizia alle 7.30 per terminare alle 16 e poi riprende alle 23 fino alle 3 di domenica. Per i settori F e G, quelli non compresi nella ztl diurni ma soltanto nel provvedimento estivo notturno, restano in vigore gli orari consueti: quindi dalle 23 di giovedì, venerdì e sabato alle 3 del giorno successivo. “Si tratta di una richiesta arrivata dal Quartiere 1 – precisa l’assessore Giorgetti – perché manca un parcheggio di struttura nella zona esterna alla ztl di San Niccolò e l’area per la sosta utilizzata è quella di piazza Poggi. Adesso partiamo così poi vediamo come va la sperimentazione per valutare possibili modifiche”.
La prima verifica con il coinvolgimento delle categorie economiche e dei rappresentanti dei residenti è stata fissata tra 30 giorni, la seconda fine luglio. “Questi due passaggi rappresenteranno l’occasione per esaminare in modo aperto e concreto gli effetti del provvedimento, l’utilizzo dei mezzi alternativi per raggiungere il centro storico, l’impatto sulle attività economiche – aggiunge l’assessore - in modo da, se necessario, introdurre aggiustamenti e modifiche”.
Potenziamento Ataf e prolungamento tramvia
Il potenziamento del trasporto pubblico prevede l’incremento delle corse fino alle 2 nei giorni di giovedì, venerdì e sabato per sei linee forti in modo da collegare i quartieri periferici al centro. Si tratta delle linee 6, 11, 14, 17, 22 e 23 e del bussino C3. A questo si aggiunge il servizio già attivo fino alle 24 della linea D che percorre il centro storico (in particolar modo la zona dell’Oltrarno) dalla stazione di Santa Maria Novella a piazza Ferrucci e ritorno. Ovviamente questo potenziamento sarà utile anche per tutti i cittadini che usano i mezzi pubblici e non solo per chi vuole andare in centro. Confermato l’orario prolungato fino alle 2 di notte per la tramvia nei giorni di venerdì e sabato. “Abbiamo chiesto a Gest di estendere questo stesso orario anche il giovedì – aggiunge l’assessore – ma inizialmente non è possibile per problemi tecnici legati alla manutenzione programmata della linea. E quindi l’orario dell’ultima corsa rimane a mezzanotte e mezzo. Comunque abbiamo chiesto di fare una ulteriore verifica per ridurre i tempi dei lavori e poter partire successivamente anche il giovedì”.
Navette dai parcheggi Parterre e Leopolda
Al potenziamento del trasporto pubblico si affiancano le navette promosse da Firenze Parcheggi. Si tratta di un servizio sperimentale che per adesso riguarderà i posteggi di struttura del Parterre di piazza della Libertà e della Leopolda in zona Porta a Prato con possibilità di estendere anche ad altri. Chi lascia l’auto nel parcheggio avrà a disposizione gratuitamente la navetta che lo porterà in centro giovedì, venerdì e sabato dalle 20 alle 2 del giorno successivo. In più sempre per il periodo sperimentale i gestori di ristoranti e locali di somministrazione di alimenti e bevande della ztl possono convenzionarsi gratuitamente con Firenze Parcheggi: in questo modo sarà sufficiente che il cliente che lascia l’auto al Parterre o alla Leopolda faccia timbrare il ticket all’esercente e anche il posteggio sarà gratuito. “Le categorie economiche si sono dette interessate a questa possibilità – sottolinea l’assessore Giorgetti – e già da oggi possono aderire in modo semplice riempiendo un modulo scaricabile dal sito della Firenze Parcheggi e rinviandolo via email”. L’elenco dei locali, che sarà continuamente aggiornato sulla base delle adesioni, sarà disponibile oltre che sul sito www.firenzeparcheggi.it anche al Parterre e alla Leopolda, nei punti di fermata e sulle navette. Ogni itinerario avrà a disposizione tre navette che faranno servizio circolare con una frequenza tra 8 e 10 minuti. Dal Parterre il percorso arriverà fino all’area di Sant’Ambrogio, dalla Leopolda invece partirà il servizio per l’Oltrarno.
Ecco i percorsi delle due navette
Navetta parcheggio Leopolda-centro

Porta al Prato (parcheggio), viale Fratelli Rosselli, piazza Gaddi, via Sogliani, via Pisana, Borgo San Frediani, via dei Serragli, via Santa Monaca (fermata), piazza del Carmine, piazza dei Nerli, Ponte Vespucci, Borgo Ognissanti, via degli Orti Oricellai, via della Scala,Porta a Prato (parcheggio).

Navetta Parterre-centro 

Parterre (parcheggio), piazza della Libertà, via Cavour, via degli Alfani, Borgo Pinti, via Fiesolana, piazza Salvemini (fermata), via Sant’Egidio, via dei Pucci, via Cavour, via La Pira, via La Marmora, viale Don Minzoni, Parterre (parcheggio).

“La ztl sperimentale non è più 'no stop' ma solo allungata e annacquata nel tentativo di accontentare i residenti della ztl, ma anche i commercianti e i ristoratori". Così commenta Miriam Amato, consigliera di Alternativa Libera, il varo della ztl sperimentale prevista da giovedì prossimo. "Troppe agevolazioni per l'uso del car sharing in centro con libero parcheggio nei posti riservati ai residenti – aggiunge la consigliera – mentre, per favorire l'uso delle navette dei bus dai parcheggi, avevo proposto la riduzione delle tariffe dei parcheggi interrati durante la ztl sperimentale, a partire da quello della stazione, “il più caro d'Italia”, ma i consiglieri del PD – prosegue Amato – mi hanno bocciato la mozione. Le uniche certezze di questa ztl sperimentale sono il mancato tavolo di confronto con i residenti e i costi delle navette dei bus: l'amministrazione vuole confrontarsi solo con le associazioni di categoria e utilizzare i 400.000 euro, provenienti dal guadagno della vendita di licenze ai taxi elettrici, per allungare l'orario delle linee forti periferia-centro dei bus”, conclude Amato

Redazione Nove da Firenze