Vittime del Salva Banche: striscione esposto dai risparmiatori

Rifiutano la strumentalizzazione politica e dedicano lo striscione al segretario del PD toscano


Le vittime del Salva Banche non accettano e rispediscono al mittente il "tentativo di strumentalizzazione politica" pronunciato dal deputato PD Parrini, Segretario del Partito Democratico in Toscana, che "ci vedrebbe come pedine mosse dal M5s o dall'estrema destra".

La nota recita: "Il risparmio ed i diritti dei cittadini non hanno colore politico e sono sanciti dalla costituzione, mentre così lontana dalla nostra carta è la nomenclatura del nuovo pd renziano, tanto arrogante e superficiale, quanto alienato e disinteressato alle sorti del popolo italiano.
Parrini infatti, dopo alcuni striscioni di protesta collocati dall'Associazione intorno alla sede del Pd di Empoli, aveva dichiarato che si trattava di persone strumentalizzate dalla politica.
La risposta dei risparmiatori arriva dunque con un'altro striscione, in cui si spiega che "Il risparmio non ha colore politico". La rabbia conseguente all'aver perso tutti i propri risparmi è la sola forza che anima la tenacia e la volontà di farsi ancora sentire dei risparmiatori che Parrini vorrebbe solo classificare come strumenti in mano alla politica. Troppo comodo. Dietro quegli striscioni in realtà ci sono migliaia di famiglie che hanno perso tutto per colpa di un decreto a firma Pd. Chi strumentalizza, quindi è proprio il segretario toscano del Partito che ha deciso l'azzeramento dei tanti risparmi di onesti cittadini".

Redazione Nove da Firenze