Vigili urbani aggrediti a Prato, il sindacato lancia un allarme

Fp Cgil Toscana: “Il servizio sta diventando una realtà sempre più complicata, le istituzioni si impegnino a risolvere i problemi del Corpo”


Vigili urbani aggrediti a Prato, la 

A Prato due Agenti di Polizia Municipale aggrediti nell’esercizio delle loro funzioni, la segreteria regionale di Fp Cgil Toscana interviene: “A fronte di sempre maggiori servizi, anche di sicurezza pubblica, ed a fronte di una realtà sociale sempre più complessa e spesso conflittuale, le Polizie Locali si sono viste togliere dai governi di questo strano paese il diritto al riconoscimento di Equo Indennizzo in caso di malattia professionale o incidenti sul lavoro. Crediamo sia il momento, anche in sede di rinnovo contrattuale, di veder riconosciuta a pieno la specificità di un servizio, quello di Polizia Municipale, che deve rimanere soprattutto di vicinanza e supporto alla popolazione delle Città ma che sta facendo pesantemente i conti con una realtà sempre più complicata, in situazioni spesso di sotto organico e con strumenti giuridici e contrattuali inadeguati. Piena solidarietà agli Agenti aggrediti e sollecitazione a tutte le forze politiche, ad ANCI e Regione, perché si facciano parte attiva per la ricerca di soluzione (a livello normativo e contrattuale) dei problemi che attanagliano il Corpo: dalla scarsezza degli organici, al riconoscimento, anche economico, della peculiarità del servizio, al ripristino del diritto all’equo indennizzo”.

Redazione Nove da Firenze