Via delle Caldaie: nuovi spazi sosta per ciclomotori

Multe dai mille a 2100 euro per quattro stranieri, parcheggiatori abusivi all’ospedale Palagi e in piazza Savonarola


Nuovi spazi sosta per ciclomotori in via delle Caldaie, ma questo intervento non toglie posti auto, semplicemente perché la sosta delle auto non è consentita. E’ quanto precisa l’ufficio mobilità in seguito ad alcune proteste. La sosta in via delle Caldaie è vietata dal 1992, anno dell’entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, a causa della ristrettezza della sede stradale. Molti parcheggiavano però sul marciapiede, causando disagi sia alla circolazione stradale che a quella pedonale. L’introduzione da parte dell’amministrazione della sosta per i ciclomotori in stalli paralleli al marciapiede quindi non toglie posti auto ma inibisce anche la sosta impropria. Alcuni residenti hanno mandato mail di ringraziamento all’ufficio.

La presenza di parcheggiatori abusivi all’interno del parcheggio dell’ospedale Palagi era stata segnata da alcuni cittadini al security point della Polizia municipale. E i vigili di quartiere hanno passato la segnalazione al reparto anti degrado che ha svolto gli accertamenti. Durante queste verifiche, eseguite nei giorni scorsi, sono stati trovati due uomini di nazionalità rumena che svolgevano attività abusiva di parcheggiatori. Ai due sono stati fatti due verbali: uno da mille euro (in base all’articolo 7 comma 15 bis del Cds) e uno da 2100 euro in quanto l’uomo era stato sanzionato per lo stesso motivo sei mesi prima e quindi la violazione era reiterata. Sempre grazie all’antidegrado ieri mattina sono stati sanzionati con mille euro di multa a testa altri due parcheggiatori abusivi in Piazza Savonarola. Entrambi sono di nazionalità rumena.

Redazione Nove da Firenze