​Vertenza Malo: il 15 maggio presidio in via Montenapoleone a Milano

I lavoratori dell’azienda di cashmere di Campi Bisenzio e Borgonovo hanno proclamato lo sciopero, con un presidio davanti al negozio nel cuore dello shopping milanese


"Il tempo delle promesse è concluso, occorre urgentemente passare ai fatti, da mesi attendiamo una ricapitalizzazione che non arriva mai" nelle recenti assemblee i lavoratori hanno bocciato all’unanimità il piano della dirigenza che prevede 20 esuberi a Campi Bisenzio (Firenze) e 38 nello stabilimento di Borgonovo Val Tidone (Piacenza) e proclamato un pacchetto di 20 ore di sciopero, per dire no ai tagli prospettati dall'azienda.

"Occorrono investimenti ben più forti degli attuali 20 milioni in 18 mesi annunciati che servirebbero a mala pena a coprire le perdite dei prossimi esercizi, ma, purtroppo, apprendiamo che il CDA non ha ancora deliberato nulla su questi 20 milioni, rimandando ulteriormente la ricapitalizzazione e la possibilità di far ripartire l'azienda.
E' già fin troppo tardi, una buona parte della collezione è stata pregiudicata per le conseguenze della mancanza di liquidità e non arriverà mai in tempo nei negozi, c'è il rischio che si intacchi la fiducia dei clienti e dei consumatori, ultimo baluardo da tutelare, insieme alla specializzazione del lavoro, per dare un futuro all'azienda.
Rivolgiamo l'ennesimo appello all'azienda che ha dichiarato di essere disposta ad accogliere richieste di confronto delle rappresentanze sindacali, chiediamo che si dia corso al piano ambizioso di riqualificazione delle produzioni che l'azienda stessa ci aveva presentato all'inizio del 2017, che attraverso l'acquisizione di produzioni “esterne” ottimizzi le capacità produttive e i costi aziendali.
Siamo determinati a portare avanti le nostre proteste ma, al contempo, disponibili a tornare al tavolo delle trattative nel caso arrivino i capitali e le opportune correzioni al piano aziendale. Per tutte queste ragioni, i lavoratori proclamano 8 ore di sciopero per lunedì 15 maggio, con presidio nella tarda mattinata davanti al negozio di Milano in via Montenapoleone" conlude la Rsu Malo Borgonovo e Campi Bisenzio, Filctem Cgil, Femca Cisl

Redazione Nove da Firenze