Var Group: nuovo logo e record in borsa lo stesso giorno

Fotografie di Miriam Curatolo

In coincidenza con la Convention aziendale a Riccione, che ha presentato i dati 2016 in crescita e premiato i vincitori della terza edizione del Var Hackathon


FOTOGRAFIE — Un anno che ha portato un cambiamento dirompente si conclude con il record della quotazione azionaria, un regalo per Giovanni Moriani, patron di Var Group in coincidenza con la Convention conclusasi proprio oggi al Pala-Congressi di Riccione, in cui l'impresa empolese ha presentato a 1.000 invitati, tra dipendenti e 150 clienti, il nuovo logo, che ringiovanisce il brand.

L'occasione anche celebrare insieme su un fatturato consolidato che nel 2016 ha raggiunto quota (non ancora definitiva) di € 237 milioni, con una crescita del 5%. "La fruizione delle infrastrutture sta cambiando, perché il mercato è passato al cloud -ha spiegato oggi l'Ad di Var Group, Francesca Moriani- perciò abbiamo registrato una flessione del -5% nel Technology solution atterrato a 118 milioni. Ma bilanciato dai 38 milioni di Managed services (+3,5%), Erp & Vertical a 70 mln (+19%) e il Digital Trasformation che fa un balzo del +50% a quota 11 mln, anche grazie alle acquisizioni".

"Nel 2016 è stato fatto un gran lavoro di ottimizzazione territoriale -ha raccontato in convention Maurizio Fraccari, Direttore Commerciale di Var Group- consolidando la qualità del servizio erogato ai clienti. Ciò grazie ad operazioni come l'acquisizione di Cdm Torino, un'azienda che opera nel cloud, storage e disaster ricovery, con 20 risorse a professionalità certificata e di Globo, società di consulenza per la Digital Trasformation, che impiega 60 persone. Altra fusione importante quella di Var Aldebra, che aggrega 50 agenzie commerciali, da Rimini al Friuli. A coronamento di una annata epocale la firma del contratto per il nuovo polo di Milano, 3.000 mq. a disposizione di 280 risorse". Con quasi un'acquisizione al mese e sedi del gruppo su tutto il territorio nazionale, Var ha inaugurato un nuovo sistema di videoconferenza, per affinare i processi di servizio erogati. Un consolidamento operativo e finanziario che consente a Var di interagire con i maggiori brand del settore Itc con maggior potere contrattuale.

In conclusione della convention di Riccione, Francesca Moriani ha premiato due studenti universitari, laureatisi con tesi dedicate a Var Group. La prima ha analizzato il livello di soddisfazione dei dipendenti (risultata maggiore dell'80%), la seconda ha verificato la crescita delle performance aziendali delle imprese clienti degli Erp di VarPrime.

Gran finale della giornata con la premiazione dei vincitori della terza edizione del Var Hackathon, risultati essere un team di cinque studenti dell'Università di Milano (tra italiani, colmbiani e argentini) che hanno lavorato per tre giorni alla realizzazione di un software di analisi di mass-data tratti da un impianto frenante della Itt, azienda cliente di Var, per verificare digitalmente l'usura delle pastiglie dei freni. A ciascuno di loro un premio di € 5.000, per poter approfondire il progetto nei prossimi mesi. Tra le altre aziende partner del concorso per giovani promesse Boggi e Moschino. Al secondo posto si è classificato un quintetto di studenti medi dell'Istituto Tecnico Industriale Statale Antonio Meucci di Firenze.

Nicola Novelli