​Vandali sui mezzi CRI: migliaia di euro di danni e sospensione del servizio

Durante la notte turista americano ha vandalizzato i mezzi della Croce Rossa Italiana di Firenze parcheggiati negli spazi della ex Stazione Leopolda


È stata scoperta questa mattina l’aggressione ai danni degli automezzi parcheggiati in via Michelucci, all’interno dello spazio dato in comodato d’uso da RFI alla Croce Rossa di Firenze. Si tratta di 3 automezzi, tutti fondamentali per le attività del Comitato Fiorentino della Croce Rossa: 2 in convenzione con il Comune di Firenze 
come mezzi a disposizione in caso di emergenza per servizio di protezione civile e di un mezzo per il trasporto disabili.

L’autore del gesto è un ragazzo americano, in visita nella nostra città, colto in flagranza di reato tra le 6 e le 7 di stamattina dai Carabinieri della Radio Mobile - allertati da un autista dell’Ataf - che lo hanno immediatamente arrestato con l’accusa di danneggiamento aggravato. Attualmente denunciato a piede libero, il vandalo non verrà processato per direttissima, come invece era stato ventilato in un primo momento.

“Si tratta di un gesto inqualificabile e immotivato” - commenta il Presidente della Croce Rossa di Firenze Lorenzo Andreoni - “che naturalmente metterà la nostra Associazione in difficoltà fino al momento della riparazione dei mezzi: avendo risorse economiche limitate, non disponiamo di mezzi in eccesso. Ogni autoveicolo bloccato senza programmazione è uno strumento indispensabile che viene a mancare alla cittadinanza e allo svolgimento ordinario dei nostri servizi. Speriamo di poter ripristinare prima possibile l’usabilità dei veicoli e ci scusiamo con la cittadinanza per eventuali disagi”.

Redazione Nove da Firenze