Valfonda intasata e Fortezza senza uscita: chi è il Genio

L'autobus ha la corsia preferenziale libera, ma non la può usare. Le auto dirette verso Belfiore hanno strada libera, ma sono ferme. Scopri l'errore


Nel 2016 in occasione della pesante cantierizzazione tramviaria che avrebbe determinato una drastica strozzatura del nodo viario della Fortezza, Palazzo Vecchio ha apportato significative modifiche alla viabilità: una di queste è stata aprire una via d'uscita dalla burella di via Valfonda - Indipendenza - Strozzi, ma oggi il risultato auspicato non si vede.
Perché? Perché prima di arrivare alle vie di fuga esiste una strozzatura che mette gli automobilisti in difficoltà ad iniziare dai dipendenti di Ataf "Ogni giorno tocca fare delle manovre assurde per scansare tutti e poter passare. Da non crederci.. ma se non lo vedi non puoi crederci.. è qualcosa di diabolico. Stiamo facendo da tappo a chi è a Santa Maria Novella" a parlare è l'autista della linea 13 che alle prime gocce di pioggia di un sabato sera ha dato il cambio al collega ed ha iniziato il turno di lavoro.
L'autobus non curva, non ce la fa se ha di fianco una vettura, figurarsi una coda.

 La nuova viabilità in piazza Bambine e Bambini di Beslan è attiva da Pasqua 2016 dopo anni di pressioni da parte dei dipendenti di Ataf che durante l'inaugurazione si sono detti soddisfatti di aver finalmente visto sfruttare la loro idea di fluidificazione del traffico, presentata dai vari sindacati in una conferenza congiunta presso la Camera del Lavoro di Firenze molto tempo addietro.
Nell'occasione dell'ennesima sfuriata sindacale davanti all'accumularsi di ritardi e corse saltate, l'ex Segretario Mauro Fuso si presentava affiancato da Amerigo Leoni e Roberto Pistonina a promuovere l'idea di sfruttare la strada, che già c'era per consentire la svolta da via Valfonda verso Strozzi-Statuto-Belfiore, occupata dalla statua di Ceroli dedicata al Genio Fiorentino e raffigurante vari personaggi della storia locale su una scalinata in cotto imprunetino.

 “Questa viabilità è stata predisposta per fluidificare il traffico in uscita dalla stazione centrale offrendo un percorso alternativo a via della Scala" sottolineava l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ad aprile.
Il Comune di Firenze ci metteva il carico spiegando che "Una volta arrivati alla Fortezza da Santa Maria Novella, il traffico si divide tra chi vuole andare verso piazza della Libertà o Statuto che può proseguire lungo la viabilità attuale, e chi invece vuole dirigersi verso viale Strozzi, aggirando la Fortezza grazie alla nuova corsia”. Chi vuole, ma non può. D'altra parte il Genio Fiorentino è stato spostato.

L’opera di Mario Ceroli dal titolo ‘Silenzio: ascoltate’, sarà restaurata e dalla piazza Bambine e Bambini di Beslan finirà al centro della vasca degli ex cigni.

Antonio Lenoci