Rubrica — Editoria Toscana

Umberto Cecchi racconta Lady Diana

Appuntamento giovedì 31 agosto alle 16 alla Turati di Gavinana (Pt)


Dalla scomparsa di Lady Diana, avvenuta in un tragico incidente il 31 agosto 1997, sono passati vent'anni. La sua storia sarà al centro di un incontro in programma alla Fondazione Turati di Gavinana giovedì 31 agosto alle ore 16, quando sarà presentato l'ultimo libro di Umberto Cecchi, «Diana, l'ultimo viaggio. In vita e in morte di una ribelle» (Mauro Pagliai editore 2017). L'appuntamento è nella sala Il Giglio della RSA I Fiori dove, oltre all'autore, interverrà, l'attrice e regista Monica Menchi, che curerà alcune letture tratte dal volume.

Il libro ricostruisce la vicenda di Diana Spencer, «principessa del popolo» ribelle e amatissima dalla gente. Il volume ripercorre la sua storia dall'infanzia al matrimonio con Carlo, passando per l'impegno umanitario e per i contrasti con la famiglia reale, fino alla notizia della sua morte, che commosse il mondo.

Giornalista e scrittore, Umberto Cecchi è stato a lungo direttore del quotidiano La Nazione di Firenze e vicedirettore del QN, Quotidiano Nazionale, dopo aver ricoperto numerosi ruoli, tra cui quello di inviato speciale in Italia e all'estero. È esperto di politica estera, in particolare di Paesi dell'Asia, dell'Africa e dell'America latina. Già direttore di alcune collane editoriali, ha guidato numerose testate, nonché le emittenti televisive Canale 10 e Odeon TV. È stato parlamentare nella XII legislatura, durante la quale ha presieduto la Commissione speciale per le politiche comunitarie. Appassionato viaggiatore, è autore di numerosi reportage e di oltre 20 libri. Tra questi si ricordano «Oriana Fallaci. Cercami dov'è il dolore» (Mauro Pagliai editore 2013), «Le ceneri del baobab» (Vallecchi 2008) e «Io che uccidevo le bambole» (Vallecchi 2007).

Redazione Nove da Firenze