Trasporto dei rifiuti, maxi multa ad un muratore

Le infrazioni scoperte durante i controlli contro lo smaltimento illegale da parte della polizia municipale


Era partito dal Piazzale di Porta al Prato con sei secchi di calcinacci caricati sul proprio veicolo Piaggio. Ma ieri mattina poco prima delle 11 è stato fermato in via Circondaria da una pattuglia della Municipale. Da un controllo sui documenti è emerso che il muratore, un 40enne di nazionalità rumena residente a Firenze, non aveva compilato il formulario di identificazione previsto dal testo unico ambientale. Secondo la normativa, infatti, durante il trasporto dei rifiuti, le imprese devono compilare un apposito modulo (appunto chiamato formulario identificativo) nel quale devono essere trascritti diversi dati come il nome e l’indirizzo sia del produttore che del detentore dei rifiuti, l’origine, la tipologia ed il quantitativo del rifiuto nonché il percorso dell’instradamento ed i dati del destinatario dei rifiuti stessi, regole che hanno lo scopo di impedire l’abbandono e lo smaltimento illegale dei rifiuti. Non avendo compilato niente il muratore, titolare di una ditta individuale, è stato multato con un verbale da 3100 euro in base al testo unico sui rifiuti. L’impegno della Polizia municipale contro l’abbandono dei rifiuti continua senza sosta: questa è la quarta violazione scoperta nelle ultime settimane. 

Redazione Nove da Firenze