Tramvia San Donato: dopo la Fiorentina, posa del Viadotto

Le foto di Alessandro Rella per Nove da Firenze


"Purtroppo per motivi tecnici non è stato possibile vedere in diretta la partita della Fiorentina e di questo mi scuso con i cittadini" ha detto Stefano Giorgetti.
Dopo il buon pareggio tra Udinese e Fiorentina in una gara terminata 2 a 2 con prove di rilievo da entrambe le parti, il sindaco, sotto lo sguardo attento dei cittadini rimasti, ha dato il via al varo delle travi del nuovo Viadotto di San Donato, sollevato grazie a imponenti autogru e collocato sui piloni già realizzati. Un intervento che andrà avanti per tre notti consecutive con provvedimenti di circolazione in orario 20-6.

Questo l'invito di Nardella rivolto ai fiorentini attraverso Facebook: "Inizia una nuova importante tappa dei lavori della Tramvia: il varo delle travi del viadotto di San Donato. Un evento particolare soprattutto da vedere in città. Vi invito ad assistere all’operazione, che comincerà intorno alle 23. Prima, però, tutti a tifare Forza Viola per la sfida contro l’Udinese davanti al maxischermo allestito per l’occasione nella piazza interna del centro commerciale di San Donato. Vi aspetto!". Salvo imprevisti.

L’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha spiegato: “Un evento particolare, che di rado capita di vedere in città. Per questo abbiamo pensato di invitare i fiorentini ad assistere ad alcune fasi del lavoro. Ringrazio Unicoop e Immobiliare Novoli per la disponibilità e la collaborazione per rendere possibile questo evento. Il Viadotto San Donato sta prendendo forma. È in corso il varo della prima trave e sono qui con il sindaco Dario Nardella per assistere dal vivo a questo momento importante per i lavori della linea 2 della Tramvia. Domani sera e dopodomani sarà la volta delle altre due travi".

 I provvedimenti scatteranno alle 20 e proseguiranno fino alle 6 del mattino successivo nelle notti da mercoledì a venerdì. Durante i lavori sarà chiusa la rotatoria all’incrocio tra viale Forlanini e via di Novoli. Anche nella viabilità di accesso all’area della rotatoria, ovvero via di Novoli (nella semicarreggiate in ingresso città da via Carissimi a via di Villa Demidoff, nella semicarreggiata in uscita città nel tratto da viale Forlanini a via Ragghianti, nel tratto da viale Redi a viale Forlanini), viale Forlanini, controviale di viale Guidoni (in direzione centro da via Pertini a viale Forlanini) e via di Villa Demidoff sarà istituito il divieto di transito. Viale Forlanini rimarrà aperto solo i frontisti e i veicoli diretti ai passi carrabili fino a via Rastrelli-via Ragghianti e via di Novoli per la viabilità locale.

Rimarranno invece in vigore h24 da mercoledì 21 a sabato 24 settembre i divieti di sosta in via di Novoli (da viale Forlanini a via Ragghianti e da viale Redi a viale Forlanini), viale Forlanini (da via di Novoli al numero civico 2), via della Villa Demidoff (dal numero civico 80 a via di Novoli), via Francesco Corteccia (da via Tacchinardi a via di Villa Demidoff). In questo tratto scatterà anche l’inversione del senso di marcia verso via di Villa Demidoff per consentire il collegamento tra via di Novoli e via Demidoff.

Per quanto riguarda gli itinerari alternativi conseguenti alle chiusure, i veicoli provenienti da viale Redi e diretti verso autostrada/aeroporto utilizzeranno il percorso viale Redi-via Baracca-viale Gori-viale degli Astronauti. Chi arriverà da viale Guidoni diretto verso il centro, transiterà su via di Ponte di Mezzo-via Podernone-via Circondaria-viale Corsica-viale Redi. Il collegamento tra viale Guidoni e via di Novoli sarà garantito da via Pertini mentre quello tra viale Redi e via di Novoli prevede l’utilizzo di via Baracca e via Paganini.

Terminato l’intervento di posa delle travi, la circolazione sarà riaperta anche se rimarrà per un mese una limitazione di altezza (4,20 metri) sul ramo di ingresso in città tra via Forlanini e via di Novoli. 

Redazione Nove da Firenze