Tramvia: martedì riapre via Cittadella, ma continuano gli ingorghi

Nuovo blocco del traffico alla stazione SMN per via di un'auto parcheggiata in curva. La Filt Cgil: "Gli autisti Ataf prendono insulti, servono politiche a favore del servizio pubblico". ​Il presidente NCC Dell'Artino: "Ogni giorno ​occupati abusivamente i posti a noi riservati, dove sono i controlli?". Chiusure notturne per via Valfonda e la corsia di immissione nel sottopasso Strozzi-Strozzi per chi proviene da viale Fratelli Rosselli e la stazione. Ecco i lavori che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine. Amato (AL): “Il Comune dà il via libera all’abbattimento di altri 50 alberi per i cantieri”


Firenze, 7-10-2017- Continuano i problemi causati dai cantieri stradali. Anche stamani ennesimo episodio di blocco del traffico alla Stazione Smn. Un’auto del car sharing, parcheggiata in curva, ha bloccato completamente la rampa di accesso alla galleria della stazione, bloccando la linea D, il Volainbus ed i taxi.

"Delle sei pattuglie di polizia municipale che, secondo l'assessore Giorgetti, dovevano essere a disposizione di ATAF, non se n’è vista una. A questo si sommano la decisione di non prendere provvedimenti per limitare l’accesso alla stazione dei mezzi privati, e nuovi fantasiosi percorsi per i bus che faranno sommare ai ritardi gli allungamenti di percorso che faranno perdere ulteriore tempo. Se le politiche a favore del servizio pubblico sono queste, si fa prima a fermare del tutto il servizio di TPL in zona Stazione. Dal Comune dicono di stringere i denti per tre mesi: lo spiegheranno loro ai datori di lavoro e ai presidi delle scuole? Nel frattempo gli autisti, che mettono la loro faccia al posto di quella dell’amministrazione comunale, continuano a prendersi insulti e minacce" spiega Michele Lulurgas, membro dell'rsu Ataf per la Filt Cgil.

“Il traffico di questi giorni nelle zone adiacenti alla stazione di Santa Maria Novella a Firenze è costato il 50% dei servizi che non abbiamo potuto effettuare, con il risultato di un dimezzamento del nostro lavoro e l'interruzione delle attività dei tour operator stranieri a noi collegati. Comprendiamo le difficoltà nel dover amministrare una città sicuramente non facile come lo è Firenze, ma ci auguriamo nei prossimi giorni di poter assistere a un concreto miglioramento della viabilità perché così ci è davvero difficile proseguire con il nostro lavoro con la conseguenza di un danno al turismo della città.” E' quanto dichiarato da Giorgio Dell'Artino, presidente di Azione NCC in merito alle difficili condizioni di traffico registrate in questi giorni a Firenze. “A questo inoltre si aggiunge – conclude Dell'Artino – un problema che aggrava la nostra già precaria situazione: come mai i già pochi posti riservati al Noleggio Con Conducente presenti alla stazione sono quasi sempre occupati da privati e taxi? Tutto questo avviene ogni giorno senza che nessuno verifichi e sanzioni queste gravi interferenze da parte di chi, invece di rispettare le regole, si affanna a mettere in discussione la nostra categoria.”

A causa del cantiere per la linea 2, da lunedì 9 ottobre scatteranno alcune modifiche a viale Belfiore senza variazioni per l'assetto della circolazione. Martedì 10 ottobre sarà riaperta via Cittadella in attraversamento su via Guido Monaco e possibilità di rientrare su viale Belfiore. Contestualmente verrà chiuso l'ultimo tratto di via Guido Monaco verso viale Belfiore. Per quanto riguarda la linea 3, dalle 21 di martedì 10 alle mercoledì 6 di mercoledì 11 ottobre sarà chiusa la corsia di immissione al sottopasso Strozzi-Strozzi per i veicoli provenienti da viale Fratelli Rosselli e/o stazione e diretti verso viale Belfiore. L'itinerario alternativo è da viale Lavagnini, via Leone X, viale Milton e sottopasso Milton-Strozzi. La notte successiva è in programma la chiusura di via Valfonda per uno scavo in attraversamento per la posa di una linea di alta tensione. Il provvedimento sarà in vigore dalle 22 alle 5 con la revoca temporanea della corsia preferenziale di piazza Stazione-lato scalette per consentire l'utilizzo dell'itinerario alternativo di un uscita dalla stazione via Santa Caterina da Siena-via della Scala. Sarà invece effettuato in orario diurno il completamento di alcune lavorazioni nel sottopasso di via dello Statuto e nell'ultimo tratto della strada: mercoledì 11 ottobre sarà quindi istituito un divieto di transito per i veicoli superiori ai 35 quintali con deviazione delle linee Ataf dalle 9.30 alle 19 circa. Cambio invece per l'orario dei provvedimenti relativi al cantiere nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli per la posa dei cavidotti per l'alimentazione della tramvia: il restringimento di carreggiata (resta una corsia) sarà in vigore dalle 21.30 alle 6.30. Termine previsto 16 ottobre.

“Il Comune prosegue nell’incessante lavoro di abbattimento di oltre 50 alberi per i cantieri delle tramvie: 11 tagli in via Tavanti a Rifredi, 9 in viale Belfiore e 34 nel giardino del Palazzo dei Congressi”. E’ quanto afferma Miriam Amato, che con una interrogazione urgente chiede chiarimenti in merito alla rimozione di alberi in varie zone della città: “L’abbattimento di 34 piante nel giardino del Palazzo dei Congressi è dovuto all’allargamento di via Valfonda, che rientra nei lavori legati alla linea 2 della tramvia - aggiunge la consigliera - così come per 11 in via Angiolo Tavanti a Rifredi, mentre è per la linea 3 della tramvia che vengono tagliati 9 alberi in viale Belfiore, tra via Cittadella e via delle Ghiacciaie". "Chiedo all'amministrazione di informare i cittadini - conclude Amato - sia sulle modalità e i tempi degli abbattimenti che sulla salute e stabilità degli alberi sacrificati alle tramvie".

Nuovo asfalto in via Aretina, via Pisana, via San Martino a Brozzi e via San Piero a Quaracchi; la posa di infrastruttura della telefonia in via delle Panche, via Reginaldo Giuliani, via Doni, via La Marmora e viale Volta. Ma anche lavori alla rete di distribuzione del gas in via Vecchia di Pozzolatico e via del Portico. Sono solo alcuni degli interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l'istituzione di provvedimenti di circolazione.

Inizieranno mercoledì 11 ottobre i lavori di risanamento delle strade nell'area di via Venezia. Si tratta di un intervento a lungo atteso, articolato in fasi successive e finanziato con oltre 880 mila euro. Le strade interessate oltre via Venezia sono via Micheli, via Modena e via Cherubini. In tutte sono previsti intervisti sui tratti di marciapiedi deteriorati con rifacimenti in lastrico e sulla carreggiata dove saranno smontate le pietre, rifatta la fondazione stradale e la pavimentazione. Inizialmente per il ripristino provvisorio sarà utilizzato un asfalto tradizionale, poi al termine dei lavori su tutte le strade interessate sarà realizzato il rifacimento definitivo con un conglomerato bituminoso colorato grigio).
In dettaglio si inizia con il tratto di marciapiedi di via Micheli (tra via La Pira e via Cherubini); a seguire i lavori si sposteranno su vari tratti di marciapiedi delle vie limitrofe, ovvero via Cherubini, via Venezia e via Modena. E poi sarà la volta delle carreggiate. Per quanto riguarda i provvedimenti di mobilità, nella prima fase sono previsti divieti di sosta a tratti e chiusure dei marciapiedi. Successivamente, all'avvio dei lavori in carreggiata, si aggiungeranno i divieti di transito dei tratti interessati. La durata dei lavori è prevista in cinque mesi: contestualmente al cantiere sono in programma alcuni interventi per la sostituzione di tratti della rete di distribuzione del gas.

Redazione Nove da Firenze