Tramvia: dipendenti firmano l'accordo in vista delle nuove linee

Maggiori garanzie lavorative sul numero di riposi settimanali, sulle pause a metà turno, sulla gestione della disciplina e più in generale nel rapporto con l’azienda


Con il 67% di voti favorevoli e 29 % di voti contrari, i lavoratori di Gest hanno approvato l’accordo sottoscritto con la Dirigenza aziendale dalle Segreterie FILT/CGIL FIT/CISL UILTRASPORTI e FAISA/CISAL il 18 gennaio 2018.

L’accordo, propedeutico e funzionale all’avvio delle nuove linee tranviarie, prevede rilevanti novità normative che permetteranno ai conducenti di avere maggiori garanzie lavorative sul numero di riposi settimanali, sulle pause a metà turno, sulla gestione della disciplina e più in generale nel rapporto con l’azienda. L’intesa raggiunta prevede anche un sostanziale aumento del premio di risultato, del premio chilometrico e il riconoscimento dei buoni pasto a presenza.

"Con l’introduzione dei vantaggi previsti dal Welfare, delle normative per la conciliazione vita-lavoro e con il recepimento delle normative europee contro le molestie e le discriminazioni sul posto di lavoro, l’accordo è uno dei primi nel suo genere sul territorio fiorentino e toscano per modernità e livello di tutela. I lavoratori hanno capito questa opportunità, accettando con senso di responsabilità e con larga maggioranza quanto previsto, consentendo all’azienda di arrivare pronta sotto l’aspetto organizzativo all’importante appuntamento dell’avvio del nuovo servizio".

"Ora sarà compito nostro proseguire il confronto sugli altri temi aperti, andando a modificare eventuali criticità di questo accordo e controllando minuziosamente che le garanzie riconosciute ai lavoratori vengano rispettate in ogni situazione e in ogni momento. D’altronde non è stato facile, per la maggior parte degli attuali lavoratori, fare iniziare l’attività della tramvia nel 2010. Ora per loro è il momento di fare il salto di qualità che aspettavano da tempo, di pari passo all’affermazione di Gest come azienda del trasporto fiorentino".

"Con grande senso di responsabilità i lavoratori approvano l'accordo siglato il 18 gennaio. Avranno vantaggi normativi e retributivi, oltre alle novità del welfare e dalla conciliazione vita-lavoro. L'azienda con l'accordo può pianificare l'organizzazione delle nuove linee. Dove si riescono a fare accordi seri e lungimiranti c'è una crescita per tutti" commenta Gianluca Mannucci Coordinatore FIT-CISL Firenze. 

"A confermare il buon lavoro svolto dal sindacato a Gest, è stato il risultato del referendum svolto in questi due giorni in azienda, che ha registrato la netta approvazione da parte dei lavoratori" è quanto dichiara Massimo Milli, FAISA-CISAL Firenze.

Redazione Nove da Firenze