​Tramvia di Firenze: Linea 3 in attesa del via libera, Linea 2 criticità in cantiere

Sulla Linea 2 si cerca una soluzione tra la Glf Fincosit e i subappaltatori e il concessionario Tram Spa


 L’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti interviene sulla questione dell’avvio dell’esercizio della Linea 3 della Tramvia “Anche stamani abbiamo incontrato il concessionario Tram Spa che ci ha confermato che tutto è pronto per iniziare nei tempi previsti. Anche Gest, in considerazione delle prove già eseguite e dell’esercizio a vuoto effettuato, ha confermato che è pronta a far partire il servizio. Siamo in attesa del nulla osta tecnico della commissione ministeriale che sta eseguendo le prove necessarie al rilascio”. L’assessore precisa inoltre che in questi giorni sulle linee sta viaggiando un numero superiore di tram (23 ogni giorno) rispetto sia all’esercizio previsto per luglio (10) sia a quello invernale (15).

Per quanto riguarda la sospensione dei lavori delle ditte subappaltatrici sulla Linea 2 per il ritardo dei pagamenti, l’assessore Giorgetti precisa “si tratta di criticità tra la Glf Fincosit e i subappaltatori e il concessionario Tram Spa è fortemente impegnato per trovare la migliore soluzione. Le opere civili sulla sede tranviaria sono praticamente completate e quindi i lavori vanno avanti con le ditte degli impianti tecnologici. Come Amministrazione stiamo seguendo la vicenda giorno per giorno in modo che non solo la sede tranviaria ma anche le sistemazioni urbanistiche e le opere accessorie siano terminate nei tempi previsti” conclude l'assessore.

"Senza il via libera del Ministero la linea non parte, e il pre-esercizio ha la durata di un mese. Il Comune proverà a forzare la mano alla commissione, ma ad oggi non si sa se ce la farà. Sarebbe l'ennesimo annuncio a vuoto da parte della giunta Nardella sui tempi di realizzazione delle due nuove linee della tramvia" il commento del capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai. "Riguardo poi alla linea 2, anche qui il Comune è certo di aver fatto tutto per cominciare col pre-esercizio in agosto e l'entrata in funzione entro i primi giorni di settembre; peccato però che i mancati pagamenti alle ditte subappaltatrici creino più di un dubbio sui tempi effettivi dei lavori che comunque non sono ancora finiti – aggiunge Cellai –. Seguiremo gli sviluppi delle vicende, ma ad oggi – a sei giorni dalla prevista inaugurazione della linea 3 – registriamo che la giunta Nardella non è in grado di dare certezze ai fiorentini su quanto si era impegnata a fare". 

“Se per la linea 3 la data sembra vicina, nonostante non si sappia ancora se ci sarà il via libera o se sarà richiesto ad esempio un ulteriore mese per il pre-esercizio, per la linea 2 non ci sono certezze, se non i mancati pagamenti degli stipendi dei lavoratori” afferma Arianna Xekalos, capogruppo del Movimento 5 Stelle. “Siamo molto preoccupati. Questa Amministrazione ha aperto cantieri ovunque, ha chiuso la città ed aumentato il relativo traffico. Adesso servono risposte, i cittadini sono stanchi – continua Xekalos – noi continuiamo a seguire con attenzione gli sviluppi. Avremmo voluto che l’Assessore Giorgetti oggi facesse una comunicazione in Consiglio sia sulla messa in esercizio delle due linee tramvarie, sia sul riassetto Ataf. Il tempo passa e il Consiglio non sa niente se non quanto è stato presentato qualche mese fa, ma che oggi è stato stravolto”. 

Redazione Nove da Firenze