Rubrica — Spettacolo

Tra emozione e onore... incontro con Tetsuro Shimaguchi

8/9/10 Giugno, Firenze ha ospitato il maestro Tetsuro Shimaguchi, grazie al supporto del Ki Dojo Firenze, che ha eseguito per un nutrito pubblico Workshop e spettacoli.


Nasce nella prefettura di Saitama in Giappone e si laurea presso la Nihon University College of Arts. Dopo molteplici esperienze in attività teatrali come il kabuki, fonda il “Kengishu Kamui” del quale tutt'ora è il leader indiscusso. 

E' un membro dei “Samurai Sword Artist” che perseguono un mix di discipline come la bellezza della forma, la recitazione e le arti marziali. L'obiettivo del gruppo è creare un nuovo stile dell’arte teatrale, le cui basi si fondano sulla cultura e nelle tecniche tradizionali di “Tate”, ossia il combattimento con le spade giapponesi, da sempre l’essenza dei film e degli spettacoli giapponesi.

Nel 2003 Shimaguchi riceve l'invito dal regista Quentin Tarantino a dirigere le scene di combattimento nella sua opera “Kill Bill vol.1”, ma solo dopo pochi giorni dall'inizio delle riprese, Tarantino dichiara "No, no, no, tu sei troppo bravo, devi assolutamente fare parte del film". Ed è così che entra a far parte, in un ruolo maggiore, della produzione del film.Tetsuro Shimaguchi, nel film interpreta Miki il Bodyguard e combattente dei temibili Crazy 88 (è il primo Crazy 88 che affronta Uma Turman).

Durante gli Workshop, il maestro, spiega l'uso della spada con professionalità e simpatia. I movimenti eseguiti incantano i presenti di tutte le età. 

Al termine dei Workshop non poteva mancare la componente cinematografica, il maestro con l'aiuto dei suoi collaboratori e dei partecipanti ai Workshop simula un incontro/scontro tra Samurai... per un attimo tutti i partecipanti si sono sentiti parte di una coreografia orientale alla Quentin Tarantino.

Sono seguiti anche spettacoli presso il Teatro di Rifredi e la Sala Vanni in piazza del Carmine.

Spettacolo — rubrica a cura di Alessandro Rella

Alessandro Rella

Alessandro Rella — Fiorentino. Coltiva fin da ragazzo un autentico interesse per la fotografia. Ad oggi, per lavoro, fotografa pietre, perle e gioielli. Per Nove da Firenze segue gli spettacoli che animano il territorio

E-mail: spettacolo@nove.firenze.it