Terremoto: ancora tanta solidarietà alle zone colpite

Fornitura di alimenti freschi per Amatrice. Fratoni: "Verso una Protezione civile su misura dei bisogni delle persone". Per le verifiche sugli edifici all'opera anche i tecnici toscani


AMATRICE (RIETI) – E' stata intitolata alla memoria di Ilaria Alpi, la giornalista del TG3 Rai assassinata in Somalia nel 1994 insieme al collega operatore Milan Hrovatin, la sala stampa mobile inaugurata stamani presso il campo logistico della Protezione civile regionale a Cornillo Nuovo, frazione di Amatrice assegnata alla Toscana insieme all'altra frazione di Musicchio per l'assistenza della popolazione. L'idea è stata dell'Anpas-Croce Viola di Sesto Fiorentino ed è stata proposta all'assessore regionale alla Protezione civile Federica Fratoni, che stamani era presente insieme al presidente delle Pubbliche Assistenze Attilio Farnesi. "Stiamo lavorando per far fruttare al meglio questa opportunità di collaborazione che mette insieme una grande forza del volontariato, un gruppo di esperti professionisti dell'informazione e la Regione – ha sottolineato Fratoni - Potremo così fornire, in caso di interventi della colonna mobile regionale a favore delle popolazioni colpite da eventi calamitosi, un livello ancora più completo di informazione collegando e integrando l'attività istituzionale già fornita dall'agenzia di informazione della Giunta regionale Toscana Notizie". L'assessore Fratoni, accompagnata dal responsabile della Protezione Civile regionale Riccardo Gaddi, ha poi incontrato e salutato ancora una volta i volontari all'opera nell'area, cui in questi giorni si sono unite le squadre dei tecnici del settore Sismica chiamate a valutare l'agibilità degli edifici nell'area colpita dal sisma : "L'esperienza dei due campi che stiamo vivendo qui ad Amatrice - ha detto Fratoni - ci induce ad una riflessione sulle modalità di intervento sulla popolazione in situazioni come queste, che si intrecciano con l'esperienza dell'accoglienza diffusa divenuta modello a livello nazionale". "Campi più piccoli, localizzati e "personalizzati" come quelli che abbiamo messo in piedi qui – ha concluso l'assessore - diventano riferimenti per i cittadini, e consentono livelli di socializzazione e conservazione di contatti che sono sicuramente di aiuto a superare l'inevitabile trauma che scuote le persone e i loro rapporti dopo tanta paura e la perdita di pezzi di vita. Ringrazio ancora una volta per l'impegno messo in quest'opera i volontari e il personale della Regione".

Anche la Toscana è stata chiamata dalla Protezione civile nazionale a dare il suo contributo al complesso lavoro di controllo e verifica dell'agibilità degli edifici nella zona del Centro Italia colpita dal sisma. I tecnici del settore Sismica della Regione saranno impegnati in particolare nell'area di Amatrice, dove del resto lavora la colonna mobile toscana inviata subito dopo le prime terribili scosse che hanno provocato quasi trecento vittime e distruzioni di interi paesi. Tre i campi, due per gli abitanti e uno logistico più la postazione sanitaria, realizzati dai volontari di tutte le associazioni regionali. Sono cinque le squadre all'opera da oggi sul territorio, composte ciascuna da due tecnici : vengono da Firenze, Siena e dal Comune di Abbadia San Salvatore. Fanno capo alla Direzione Comando e Controllo (Dicomac) della Protezione civile posta a Rieti. Altre sette sono state predisposte per creare un sistema di turnazione capace di dare continuità agli interventi.

La merce donata dal Mercato di Firenze è stata trasportata, giovedì mattina, nell'area del Centro Italia colpita dal terremoto, grazie al supporto della CFT, la cooperativa di facchinaggio e logistica. Si tratta della prima consegna che i principali mercati italiani raggruppati nella rete Italmercati si sono impegnati a fare per supportare questa prima fase di ricostruzione. Le richieste di approvvigionamento vengono direttamente dalla Protezione Civile e organizzate grazie al Centro Agroalimentare Roma. Nel Consiglio Direttivo del prossimo 15 settembre, Italmercati delibererà il piano per i prossimi mesi a sostegno dell'area terremotata. "Riteniamo importante sostenere la ricostruzione anche del tessuto sociale di una comunità che oggi, dopo il dolore e i lutti, non ha più nemmeno le piazze, le botteghe, alcun ruolo di aggregazione. In un momento difficile dove anche un'azione quotidiana e semplice come fare la spesa non è possibile, Italmercati e i centri alimentari che rappresenta sono pronti a dare il loro sostegno per tutto il tempo che sarà necessario", commenta Angelo Falchetti, Presidente Mercafir e Vice Presidente Italmercati.

Domenica 11 settembre, presso il circolo Arci dei Sindacati a Ponte a Signa, si terrà “Facciamo riemergere un sorriso dalle macerie”, cena di beneficenza per la raccolta fondi destinati alle vittime del terremoto. L’iniziativa è organizzata dalla Società Ricreativa e Assistenziale Ponte a Signa, in collaborazione con Oveja Negra e Studio Marini.

Anche questa volta la Misericordia ed il Comune di Rufina sono in prima linea per aiutare le popolazioni di Lazio, Marche ed Umbria colpite dal terremoto del 24 agosto scorso. L’appuntamento per tutti coloro che vogliono dare il proprio contributo è per domenica 11 settembre in Piazza Umberto I, dove a partire dalle 19,30 con l’iniziativa “Insieme per aiutare”, ci sarà una cena a base di uno dei piatti tradizionali dei territori colpiti dal terremoto: l’amatriciana. Si potrà contribuire con un’offerta minima di 10 euro, è gradita la prenotazione e la prevendita dei biglietti sarà presso la Misericordia di Rufina. All’iniziativa hanno aderito e contribuito anche molte associazioni e privati del paese. L’Amministrazione Comunale e la Misericordia di Rufina invitano i cittadini a partecipare numerosi per dare il proprio sostegno e non lasciare sole le comunità coinvolte e far sentire la propria vicinanza e solidarietà. Tante sono le iniziative che a Rufina si stanno organizzando per aiutare e sostenere queste popolazioni. Già partita nelle prime ore successive al sisma una missione della sezione di Rufina della VAB Valdisieve che è presente nei territori interessati e il prossimo 10 settembre, sempre da Rufina, partirà il secondo gruppo per andare ad affiancare i tanti volontari nelle operazioni di sgombero delle macerie.

Il 15 settembre alle 19.30 presso il Circolo Arci delle Cascine si terrà una cena pro terremotati del Centro Italia in collaborazione con l’Auser Lastra a Signa e a seguire un torneo di burraco. Per informazioni e prenotazioni (entro le 21 del 14 settembre): 339 437 6516 (Luigi) – 338 316 4599 (Roberto).

Una iniziativa di solidarietà, aperta a tutta la cittadinanza, per aiutare la popolazione di Amatrice, duramente colpita dal terremoto di fine agosto. “Solidarietà ma anche festa che nasce dal basso – spiega il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – perché ci sono state tante iniziative e piccoli eventi che hanno raccolto fondi per Amatrice. Quella che però avremo in piazza San Lorenzo martedì prossimo, 13 settembre dalle ore 20, è diversa. E’ sullo stile della Festa di San Lorenzo che organizziamo tutti gli anni il 10 agosto. Proponiamo per 5 euro un piatto di pasta all’amatriciana ed un bicchiere di vino. I cinque euro saranno tutti devoluti, fino all’ultimo centesimo, alle popolazioni terremotate. Tutto questo sarà possibile grazie alla generosità del Consorzio Mercato Centrale ed agli sponsor: Confesercenti, Confcommercio, Consorzio Vino Chianti, Conad e Cooperativa italiana di ristorazione che ci hanno messo a disposizione le materie prime senza farci spendere nemmeno un centesimo”. Sarà coinvolto a questo evento tutto il rione. “Tutti hanno contribuito con la manodopera e la ricerca del materiale alla riuscita di questa cena di solidarietà. Sono già cento gli esercizi che fanno parte del Consorzio Mercato Centrale – aggiunge il presidente del Consorzio Massimo Manetti – e vogliamo offrire il nostro contributo per aiutare queste persone che hanno perso tutto”.

Mercoledì 14 settembre 2016, alle 20, al Giardino dei Ponti, a Bagno a Ripoli/ Capoluogo, si svolgerà la seconda 'Cena di Solidarietà in Piazza', il cui incasso sarà devoluto alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto. La cena costa 10 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini fino a 12 anni di età. I biglietti per partecipare alla cena sono acquistabili presso: Sms, Via Roma 124; Croce Rossa, Via Fratelli Orsi 19; Il Fornaio di Bagno a Ripoli – Via Roma 117; Gelateria Vitali – Via Romualdo Pizzi 48.
Si ringraziano: Siaf, Sogegross e Sezione Soci Coop Bagno a Ripoli. Un ringraziamento speciale va a tutti i volontari delle associazioni del territorio: il loro aiuto è prezioso e indispensabile. In caso di pioggia, al cena si svolgerà al Circolo Sms Bagno a Ripoli. Informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

A Lastra a Signa il 14 ottobre presso il Teatro delle Arti, durante la serata di presentazione della nuova stagione teatrale 2016/2017 si terrà il concerto Classical Movie Tracks – musiche e immagini del cinema per pianoforte, ospite il duo pianistico di Firenze (Sara Bartolucci e Rodolfo Alessandrini). L’incasso della serata sarà devoluto alle vittime del sisma. Info: promozione@tparte.it.

Il 16 settembre si svolgerà “Cena con amatriciana” a Ginestra Fiorentina lungo la via Chiantigiana promossa dalle associazioni di Ginestra Fiorentina per raccogliere fondi. La raccolta proseguirà alla festa del volontariato del 3 ottobre.
Il 23 settembre alle 19.30 sarà la volta della cena "Amatriciana" promossa in collaborazione tra Comune, Consulta del volontariato, Associazionismo locale, commercianti con il supporto della Cir Food Eudania negli spazi al piano terra del Centro Sociale di via Togliatti. Tutto il ricavato dell’iniziativa sarà versato a favore di un progetto di ricostruzione promosso in collaborazione fra le amministrazioni comunali di Lastra a Signa e Signa. Per informazioni è possibile chiamare i numeri 0558743281 o 055327012, le prenotazioni dovranno essere effettuate presso le Associazioni locali.
Il 25 settembre il programma continua dalle 15.30 presso il Bosco del Poggione, dove il ricavato della consueta passeggiata e merenda a cura dell’associazione Leonardo Alderighi ONLUS sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto. Le iniziative sono aperte a tutti, informazioni scrivere a associazioneleo2007@libero.it.

Anche Campi Bisenzio si mobilita a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma: è attivo il conto corrente, aperto dal Comitato che raggruppa le associazioni del territorio e dal Comune, per permettere a chiunque volgia di effettuare una donazione. "Abbiamo deciso di unire le forze - dice l'Assessore alla Protezione Civile Riccardo Nucciotti - in un unico gesto di solidarietà; lo abbiamo deciso tutti insieme durante una riunione che si è conclusa con l'impegno di coordinare le varie iniziative in una raccolta fondi facendo confluire i relativi ricavati in un conto per sostenere un unico progetto condiviso con gli altri comuni della Piana e concordato direttamente con le Amministrazioni colpite dal sisma, con le quali abbiamo avuto un rapporto diretto durante la visita fatta nei primi giorni di settembre nei comuni di Amatrice, Arquata e Accumoli". "L'iniziativa nasce dalla constatazione di quanto sia importante fare rete tra associazioni, cittadini e Comune - afferma il sindaco Emiliano Fossi - in occasione come questa. Daremo massima diffusione alle decisioni che il comitato assumerà e pretenderemo la massima trasparenza sull'uso dei fondi raccolti". Sul conto corrente aperto dal Comune sarà possibile far confluire il ricavato delle iniziative promosse dalle associazioni e le donazioni fatte da parte di privati. Il conto è intestato a Comune di Campi Bisenzio emergenza terremoto Italia centrale. IBAN IT23E0867321400040000405216 Causale: emergenza pro terremotati Italia centrale. Tutte le forze sociali e politiche sono invitate a partecipare e quindi a far confluire in un unico progetto le varie iniziative di solidarietà per le popolazioni colpite dal sisma. Fanno parte del Comitato, oltre al Comune di Campi Bisenzio, la Confraternita di Misericordia di Campi Bisenzio, la Fratellanza Popolare di San Donnino, la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, l'associazione Charlie Bra vo, la Sezione Soci Coop di Campi Bisenzio, l'associazione Mamme Amiche e la Caritas Vicariale di Campi Bisenzio ONLUS.

L’emergenza terremoto mobilita il Partito democratico Empolese Valdelsa:«Pensiamo che l’attenzione vada tenuta alta-dice Enrico Sostegni, segretario Pd Empolese Valdelsa- Noi da parte nostra abbiamo promosso alcune iniziative: tutti i consiglieri comunali del Pd dei comuni dell’Unione devolveranno il gettone di presenza del prossimo consiglio comunale alle popolazioni colpite dal sisma. Anche il Pd territoriale farà una donazione, che verseremo sul conto corrente dell’Unione dei Comuni. Inoltre i partiti territoriali sono pronti a organizzare eventi in favore delle popolazioni colpite dal sisma. Il nostro intento è quello di continuare a tenere alta l’attenzione e cercare, in ogni modo, di aiutare le persone coinvolte in questa terribile tragedia». Per contribuire alla raccolta fondi si può effettuare un versamento sul contro corrente dell’Unione dei Comuni Circondario dell'Empolese Valdelsa:

codice IBAN: IT97 V 05034 37831 000000000135
codice bic/swift BAPPIT21T63
CASSA DI RISPARMIO DI LUCCA PISA LIVORNO – Gruppo Banco Popolare - Filiale di Empoli - via F.lli Rosselli- causale da indicare ‘Emergenza terremoto Centro Italia 2016’.

Redazione Nove da Firenze