Terremoto, satellite europeo per i danni: ecco Copernico

Esiste un sistema di monitoraggio spaziale per le emergenze condiviso da tutti gli stati d'Europa


L'Europa ha messo a disposizione della Protezione Civile italiana il Grande Fratello satellitare: Copernico.
Si tratta del programma comunitario volto a sviluppare servizi di informazione europei basati sul satellite di osservazione della Terra. Copernico è attuato dalla Commissione europea (CE), con il sostegno dell'Agenzia spaziale europea (ESA) per la componente spaziale e la (SEE) per Thein situ componente dell'Agenzia europea per l'ambiente.

L'obiettivo di Copernico è quello di monitorare e prevedere lo stato dell'ambiente su terra, mare e nell'atmosfera, al fine di sostenere il cambiamento climatico mitigazione e di adattamento delle strategie, la gestione efficace delle situazioni di emergenza e il miglioramento della sicurezza di ogni cittadino.

"Stiamo monitorando attentamente l'impatto del terremoto in Italia" a dichiararlo in un tweet è stato il commissario europeo agli Aiuti umanitari, Christos Stylianides.
"Come Unione europea siamo pienamente solidali con il popolo italiano e con le autorità - ha detto Stylianides aggiungendo che - il centro di coordinamento europeo di risposta alle emergenze sta monitorando da vicino la situazione e già dalla notte si è messo in contatto con la protezione civile italiana per qualsiasi aiuto possa essere richiesto. Le autorità italiane hanno chiesto che il sistema della gestione delle emergenze Copernico fornisca una mappa satellitare per la valutazione dei danni nell'area colpita e questo sarà naturalmente fatto".

Copernico EMS - Mapping aiuta la gestione delle calamità naturali, emergenze artificiali e crisi umanitarie, con informazioni geospaziali tempestive e accurate derivate da telerilevamento satellitare e completate da un archivio dati aperto. Le informazioni generate possono sostenere processi di analisi e dare riscontro decisionale ai manager dell'emergenza.

Tre le categorie di mappe: Mappe di riferimento, Mappe delineazione (forniscono una valutazione della portata dell'evento) e mappe Grading (forniscono una valutazione del grado di danno e la sua distribuzione spaziale).

La Comunità Europea spiega nella motivazione del servizio offerto all'Italia: "Nelle prime ore del 24 Agosto 2016 un terremoto si è verificato nel centro Italia e coinvolge un grande territorio che comprende diverse regioni (Lazio, Abruzzo, Umbria) e Comuni. Dopo la scossa principale molti altri si sono verificati nelle aree di produzione di vittime e danni sulle strutture e infrastrutture. La Protezione Civile Italiana è attualmente in azione e ha richiesto il supporto per recuperare le informazioni danni sulle zone colpite".

Antonio Lenoci