Strade regionali: 12 milioni per la messa in sicurezza

Riccio (Filca-Cisl), "Ora aprire subito i cantieri"


FIRENZE– Nuove risorse per la cura e la messa in sicurezza delle strade regionali. Ammonta a quasi 12 milioni di euro la cifra con cui la Regione interviene anche quest'anno per rendere più sicure le arterie di viabilità in carico a Province e Città Metropolitane e lo fa assegnando risorse destinate ad investimenti di manutenzione straordinaria capaci di migliorare la sicurezza stradale e risolvere così le situazioni più critiche segnalate dagli stessi enti. Il provvedimento, appena approvato dalla giunta regionale, interessa tutte le dieci province della Toscana.

In particolare, la delibera firmata dall'assessore regionale alle infrastrutture, assegna 1 milione e 600 mila euro alla provincia di Arezzo per intervenire su 185 chilometri di strade.

All Città metropolitana di Firenze si assegnano 2 milioni e 870mila euro per 327 chilometri.

1 milione e 70mila euro sono assegnati alla Provincia di Grosseto e serviranno a fare opere di messa in sicurezza su 122 chilometri.

Alla Provincia di Livorno vanno 454mila euro per 51 chilometri di strade.

Alla Provincia di Lucca 1 milione e 96mila euro per 125 chilometri.

Sono 132mila euro i finanziamenti destinati alla Provincia di Massa per 15 chilometri di strade.

Alla Provincia di Pisa vengono assegnati 1 milione e 700mila euro da destinare a interventi su 195 chilometri di strade.

Sono 840mila euro per la provincia di Pistoia per 87 chilometri.

E 380mila euro euro per la Provincia di Prato destinati a 43 chilometri.

Infine 1 milione e 700mila euro per la Provincia di Siena, andranno a finanziare interventi su 200 chilometri di strade.

Dai finanziamenti sono escluse la S.G.C. Fi-Pi-Li e la gestione degli impianti di illuminazione delle gallerie.

“Per la nostra regione – dichiara Simona Riccio, segretaria generale della Filca-Cisl Toscana - ci sono quindi 68 milioni di euro da utilizzare subito per interventi importantissimi per la comunità, come la sicurezza delle strade e le scuole. Ora mi auguro davvero che si passi subito alla cantierizzazione, per trasformare queste risorse in posti di lavoro. In particolare – spiega Riccio – i finanziamenti della giunta regionale sono mirati a rendere più sicure le arterie di viabilità in carico a province e città metropolitane e le risorse sono destinate ad investimenti di manutenzione straordinaria in tutte e dieci le province, capaci di migliorare la sicurezza stradale e risolvere così le situazioni più critiche. Tra gli interventi più cospicui ci sono 2 milioni e 870 mila euro per 327 chilometri nell’area metropolitana di Firenze e 1 milione e 700 mila euro per la Provincia di Siena, che andranno a finanziare interventi su 200 chilometri di strade. Il governo, invece, ha individuato nella regione numerosi Comuni ai quali andranno oltre 56 milioni di risorse destinate prevalentemente all’adeguamento alla normativa antisismica delle scuole, stanziate dalla legge di bilancio per il 2017. I finanziamenti serviranno prioritariamente per interventi di adeguamento sismico o di nuova costruzione per sostituzione degli edifici esistenti. Tra gli interventi maggiori ci sono le nuove scuole dei comuni di Bibbiena, Sansepolcro, Montale, Calcinaia e Cerreto Guidi, per le quali sono stati stanziati 2 milioni di euro ciascuna. Si tratta di risorse importanti perché consentono la realizzazione di lavori fondamentali per i cittadini toscani, e perché consentono al settore di riprendere fiato, dopo una crisi lunga e costata il posto a decine di migliaia di lavoratori in Toscana. Noi – conclude Riccio – vigileremo perché anche in questi cantieri i lavori siano all’insegna della legalità, della trasparenza, della regolarità e della sicurezza e dignità dei lavoratori”.

Sono in corso i lavori che vengono eseguiti per il consolidamento del fondo stradale allo svincolo autostradale Firenze-Impruneta consistono nel rifacimento del manto stradale della corsia di ingresso alla Firenze Siena e al By pass in direzione Scandicci. L'intervento comporta solo un restringimento della carreggiata ma viene comunque garantito il transito veicolare. L'intervento durerà ancora due settimane circa, salvo condizioni meteorologiche avverse. Inoltre, da oggi fino alla notte di sabato 24 febbraio, orario 22-6, in tutto 4 notti, sempre per lavori, chiusura notturna del tratto finale dell'Autopalio in direzione di Firenze, con uscita obbligatoria a San Casciano Val di Pesa per chi da Siena è diretto verso Firenze.

Redazione Nove da Firenze