Sottopasso Tramvia: sensori per pioggia e blocco del traffico

uccello

Inizieranno lunedì 27 febbraio i lavori di messa in sicurezza del sottopasso di piazza Paolo Uccello


 L'intervento, finalizzato al miglioramento della sicurezza in caso di allagamento, prevede l’installazione di sonde che rilevino la presenza di acqua sul piano stradale, in modo da attivare semafori con lanterna rossa e cartellonistica per il blocco della circolazione.

Inoltre saranno spostati i quadri elettrici di potenza e telecontrollo in un luogo sicuro, facilmente accessibile per interventi di emergenza e di manutenzione; verranno anche installate barriere tampone per alimentare i semafori in caso di interruzione di corrente. Infine si procederà alla programmazione e configurazione dell'impianto per il controllo remoto in tempo reale.
Il cantiere andrà a occupare, per fasi, la rampa di discesa da via dei Vanni e la corsia nel sottopasso in prosecuzione di lungarno del Pignone con l'istituzione di divieti di transito ma mantenendo sempre la percorribilità del sottopasso per i veicoli proveniente dal lungarno.
Dalle 9 di lunedì 27 febbraio al 4 marzo e dal 7 al 9 marzo in orario notturno (21.30-6) verrà dunque chiusa la rampa di discesa del sottopasso da via dei Vanni. Pertanto, per tutta la durata dei lavori, non sarà possibile svoltare da piazza Paolo Uccello verso il quartiere dell'Isolotto. I veicoli inferiori ai 35 quintali provenienti da via dei Vanni potranno seguire questo itinerario alternativo: piazza Gaddi-via Baccio Bandinelli-via del Pignone-lungarno del Pignone. Questo percorso è accessibile anche da via dei Vanni svoltando in via Baccio Bandinelli che nel tratto di collegamento tra via dei Vanni e via del Pignone sarà invertita di senso. A questo proposito si rimarca che via del Pignone, in corrispondenza con piazza Gaddi, forma uno slargo che permette a destra di immettersi nella rotonda di piazza Gaddi e a sinistra di svoltare in direzione lungarno del Pignone. 

Redazione Nove da Firenze