Sottopasso Talenti: riapertura la prima settimana di settembre

​Sopralluogo dell'assessore Giorgetti al cantiere


Procedono i lavori di consolidamento del muro in uscita città del sottopasso Talenti. Questa mattina l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti ha effettuato un sopralluogo al cantiere. 

“I lavori vanno avanti velocemente – sottolinea l’assessore –. È già stato completato l’intervento di consolidamento della struttura, che ora è in piena sicurezza, e adesso le lavorazioni si concentrano sulla posa del rivestimento del muro. Vista la rapidità dell’esecuzione è stato richiesto alla ditta di effettuare anche il rifacimento del rivestimento di una parte del muro parte inizialmente non previsto. E, nonostante questo, i lavori termineranno nella prima settimana di settembre, in anticipo rispetto al cronoprogramma”. L’assessore sottolinea che anche la viabilità alternativa (via Cecioni-via Andreotti) sta funzionando e, a parte i primi giorni immediatamente successivi alla chiusura del sottopasso, non si sono registrati particolari problemi.
In dettaglio l’intervento in corso fa seguito a quello di somma urgenza effettuato tra fine 2013 e inizio 2014 e riguarda il muro a retta della rampa di discesa del sottopasso di viale Talenti all'angolo con via Foggini in direzione della FI-PI-LI. Il progetto prevede la sostituzione dell’attuale parete con una berlinese di pali di nuova realizzazione arretrata di circa un metro mantenendo i tiranti collocati durante l’intervento d’urgenza. Per far questo il lavoro è stato suddiviso in otto fasi consecutive in modo da consentire la demolizione del muro esistente in fasce, dall’alto verso il basso, allentando via via, solo alcune fasce di tiranti e lasciandone altre in tensione per garantire la sicurezza dei lavoratori. In questo modo sono stati recuperati e riutilizzati tiranti. Allo stato attuale sono state completate sette fasi su otto: resta da fare soltanto il nuovo paramento murario e il cordolo in testa ai nuovi pali. Il rivestimento della parete sarà costituito da pannelli prefabbricati di calcestruzzo armato, sul modello di quello già presente sul muro lato tramvia oggetto di rifacimento la scorsa estate. 

Redazione Nove da Firenze