Rubrica — Spettacolo

"Solitudes" e "André e Dorine" in esclusiva italiana al Teatro di Rifredi

Torna con due spettacoli Kulunka Teatro, la compagnia basca rivelazione della scorsa stagione, che dopo una lunga e trionfale tournée in mezzo mondo, ripropone al Teatro Rifredi il suo teatro senza confini, vibrante e contemporaneo.


Un teatro di gesti in cui le maschere fungono da ponte verso un mondo di accattivante poetica visiva. Maschere espressive, piene di vita che aprono le porte della fantasia per condurci in un universo in cui tutto è possibile.

Da mercoledì 6 a venerdì 8 dicembre, (feriali ore 21, festivo ore 16:30) andrà in scena “Solitudes”, commedia agro-dolce sul dramma delle solitudini e delle incomunicabilità familiari. Il protagonista si sente incompreso perché, come quasi tutti gli anziani per i quali la vita è ormai un'attesa, si attacca alle piccole felicità quotidiane, cose così semplici che chi gli è intorno non arriva a valutarne la vera importanza. Ma l'anziano - contrariamente da quello che ci si potrebbe aspettare da una persona che non ha più molte aspettative dalla vita – non si rassegna, non rinuncia ai suoi piccoli desideri e lotta per ottenerli con determinazione e dignità. Un viaggio nella quotidianità che, combinando il serio con il comico, passando dalla schietta risata al nodo alla gola, commuove, diverte, sorprende e invita alla riflessione.

Sabato 9 (ore 21) e domenica 10 (ore 16:30) sarà la volta di "André e Dorine" il grande successo della scorsa stagione. André e Dorine sono una coppia di anziani che, come molte altre, vive tranquillamente nella routine e nella monotonia che si è creata dopo tanti anni di matrimonio. Due suoni echeggiano nel loro piccolo salotto, il frenetico ticchettio della vecchia macchina da scrivere di André e la musica del violoncello di Dorine, che si muove ondeggiando sulle note. Improvvisamente c’è una storia da riscrivere ed è proprio la loro, perché quella comune, dopo tanti rituali quotidiani e tante passioni condivise è stata cancellata dalla malattia di Dorine: l’Alzheimer. André cerca disperatamente di riscriverla questa storia, per non dimenticarla e raccontarla a Dorine, perché lei possa ritrovare la memoria perduta, facendo riaffiorare il loro passato felice e spensierato, obbligandoli così a ricordarsi chi furono, per riconciliarsi con chi sono. Ricordarsi di quanto si sono amati per continuare ad amarsi.
Senza cadere mai nel facile sentimentalismo, momenti drammatici e dolorosi si alternano ad altri poetici e comici in questo emozionante spettacolo ricco di tenerezza, dove non è necessaria la parola né la mimica facciale perché si parla forte e chiaro con il linguaggio del corpo e l’uso sapiente delle maschere.

PER INFORMAZIONI
055/422.03.61 - www.toscanateatro.it
PREZZI
Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00
PREVENDITA
Teatro di Rifredi dal lunedì al sabato (ore 16:00 – 19:00) | biglietteria@toscanateatro.it
Box Office in tutti i punti del circuito e www.boxol.it | Il Teatro di Rifredi è un punto Box Office

KULUNKA TEATRO (Paesi Baschi)

da mercoledì 6 a venerdì 8 dicembre
(feriali ore 21:00-festivo ore 16:30)
SOLITUDES

sabato 9 e domenica 10 dicembre
(feriali ore 21:00-domenica ore 16:30)
ANDRÉ E DORINE

gli autori dei due spettacoli sono
José Dault, Garbiñe Insausti, Iñaki Rikarte, Edu Cárcamo, Rolando San Martín
la regia è di
Iñaki Rikarte
interpretati da
José Dault, Garbiñe Insausti, Edu Cárcamo
le maschere sono relizzate da
Garbiñe Insausti

Redazione Nove da Firenze